fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Il presepio di Sutrio dal 3 dicembre a piazza san Pietro

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

presepe sutrio in vaticanopresepe sutrio in vaticanoIl Presepe di Sutrio dal 3 dicembre 2022 sarà visibile in Piazza San Pietro, a Roma, con le sue 18 statue disposte su una superficie di 116 metri quadrati, illuminate da 50 punti luce: è il Presepe del Natale 2022 in Vaticano.

La culla de Bambino Gesù è realizzata con le radici degli alberi spezzati dalla tempesta Vaia. Profumerà di legno di cedro delle 18 statue ed è realizzato da un team di artisti ed artigiani del legno che da decenni sono attivi sul territorio, a Sutrio e in tutta la regione. Un’ispirazione che troverà composizione unitaria nello scenografico e policromo intarsio dedicato alla Pace, apposto sotto la Natività: il messaggio – la scritta PAX – è stato realizzato dai marmisti Giuliano Borchi e Massimo Borchi con tutte le tipologie di pietre del Friuli Venezia Giulia, dal Carso alla Carnia, da Cividale alle Dolomiti friulane, all’area del pordenonese.

Scopri chi sono gli undici artisti 

 

Il Comune di Sutrio, suggestivo borgo di poco più di 1200 abitanti, vanta una radicata tradizione dell’artigianato del legno. Il progetto del Presepe di Sutrio è sostenuto dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e PromoTurismoFVG, d’intesa con l’Arcidiocesi di Udine. Il Presepe resterà visitabile per tutti i fedeli in Piazza San Pietro a Roma, fino all’Epifania 2023. Successivamente sarà allestito in via permanente a Sutrio.

Vuoi sapere qualcosa di più su Sutrio? Clicca QUI 

presepe di Sutrio in Vaticanopresepe di Sutrio in Vaticano

L’inaugurazione è in programma sabato 3 dicembre, alle 17, con streaming live sulla TV Vaticana e altre reti e canali internazionali. Due brani del Coro Polifonico di Ruda (UD) accompagneranno la cerimonia dell’accensione delle luci e, poco prima dell’intervento delle autorità, il fisarmonicista Andrea Nassivera eseguirà un brano in diretta. Per tutto il periodo di esposizione del Presepe sarà diffusa una colonna sonora con brani natalizi e tradizionali, alcuni dei quali realizzati dal Coro di Ruda e da altri artisti del Friuli Venezia Giulia.

Sempre in occasione della cerimonia inaugurale, alcuni doni saranno consegnati a Papa Francesco dalla delegazione di Sutrio, Friuli Venezia Giulia: un paio di scarpez, calzatura tipica tradizionale della Carnia e del Friuli fatte a mano; una coperta di lana bianca lavorata a ferri e ricamata con la scritta " Mandi", il saluto tradizionale friulano che deriva dal latino "Mane Deus" ovvero rimani nelle mani di Dio; un Cristo in legno intagliato dall'artista Isaia Moro, fra gli artisti che hanno realizzato il Presepe di Sutrio; una tovaglia da altare ricamata a mano dalle donne dell'associazione "Sutrio ricama"; una sciarpa di lana bianca, realizzata dai ragazzi della Cooperativa Davide; una raccolta fotografica "i ragazzi del 99", della fotografa Ulderica Da Pozzo.

IL PRESEPE DI SUTRIO, NATALE 2022 IN PIAZZA SAN PIETRO

Il Presepe di Sutrio è stato concepito con grande attenzione ai valori della sostenibilità: nessun albero è stato abbattuto per fornire la materia prima: se la struttura complessiva è stata realizzata con 24 metri cubi di legno di larice, certificato Friuli Venezia Giulia, proviene dalle risorse dei vivaisti attivi nei giardini pubblici o privati del comprensorio il legno utilizzato per le 18 statue: l’essenza di cedro veniva piantumata più di cent’anni fa.

Come già sopra scritto saranno 18 le statue del Presepe di Sutrio, tutte di dimensione realistica: ogni personaggio brillerà grazie al progetto di light design curato e donato da Skirà. Complessivamente, il Presepe peserà 16,8 tonnellate. L’estensione della superficie della Grotta, sotto la cupola alta 5,65 metri, sarà di 41 metri quadrati. La superficie del palco sottostante sarà di ulteriori 75 metri quadrati. Le figure sono state scolpite attraverso la tecnica classica del levare, usando attrezzature meccaniche per la sgrossatura (motoseghe), scalpelli, sgorbie e raspe per le finiture manuali. La cifra stilistica e plastica delle sculture è risultata una sintesi delle esperienze figurative del gruppo di scultori che hanno preso parte al progetto. La Grotta è stata realizzata con tecniche moderne in legno lamellare autoportante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata