fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

D/segni: mostra di Daniel Cuello

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Un'illustrazione di Daniel Cuello in mostra al Visionario

Si inaugura venerdì 20 dicembre alle 19.00 al bookshop del Visionario D/segni la mostra del giovane italo-argentino Daniel Cuello. Tra realtà e immaginazione, tra realismo e grottesco, Cuello filtra il mondo attraverso il disegno, con gli occhi di chi vuole saperne di più e il desiderio di chi vuole creare qualcosa di nuovo. La mostra propone una raccolta di illustrazioni e racconti brevi a fumetti, che mostrano il mondo così come appare a un disegnatore spesso ironico e a volte cinico. Fulcro della mostra sono i volti, veri e propri scrigni di sensazioni, volti che continuamente vediamo in giro e troppo poco osserviamo: dalle persone comuni  ai  personaggi famosi, c’è spazio per tutti. Il vero protagonista è, però, la quotidianità, piccola e semplice scatola nella quale viviamo noi tutti. I disegni e i racconti di Daniel Cuello sono anche espressioni musicali, il frutto di una continua ispirazione che solo la musica può dare. Tra i suoi disegni si possono sentire le note di artisti come James Horner, Danny Elfman, James Newton Howard, Alexandre Desplat, Bruno Coulais, compositori di colonne sonore che non a caso hanno il difficile compito di trasformare in musica ciò che vedono sullo schermo. Daniel percorre invece il sentiero opposto: trasforma in immagine ciò che ascolta. Nato a Córdoba (Argentina) nel 1982, Daniel Cuello inizia a disegnare appena in grado di impugnare una matita. A 10 anni, ormai trasferitosi in Italia, crea il suo primo personaggio a fumetti e nel giro di poco tempo il disegno, non più un semplice passatempo, diventa il suo principale interesse. Da qualche anno esplora le tecniche di disegno digitale, che negli ultimi tempi è diventato sempre più diffuso e apprezzato. Per maggiori informazioni: www.danielcuello.com


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata