cibo, vino e quantobasta per essere felici

A Gorizia Sellingmylife compie due anni

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fa molto #casablanca, ideale per i lunghi baci al terminal, quando le vite si separano ma si e' infinitamente uniti. Burberry Prorsum, eterna giovinezza, classe senza tempo. #musthave #vintage #boutique #secondhand #moda #altamoda #fashion #accessories #style #luxurygift #love #vogue #elegant #lifestyle #italy #positivity #luxurysecondhand #sellingmylifeFa molto #casablanca, ideale per i lunghi baci al terminal, quando le vite si separano ma si e' infinitamente uniti. Burberry Prorsum, eterna giovinezza, classe senza tempo. #musthave #vintage #boutique #secondhand #moda #altamoda #fashion #accessories #style #luxurygift #love #vogue #elegant #lifestyle #italy #positivity #luxurysecondhand #sellingmylife

ll 12 aprile 2016 Sellingmylife compie due anni: “BUON COMPLEANNO!” Un’idea originale di Daniela Zanette. Un mercato fra l’essere e l’avere. Una piccola boutique nel cuore di Gorizia dove gli abiti e gli accessori sono carichi di una storia che passa di vita in vita. "Dovessi definire il mio progetto con alcuni aggregatori semantici, gli hashtag più popolari sui social network, scriverei: #consapevolezza, #riciclo, #secondamano, #luxurysecondhand, #vintageshopping, #affordableluxury, #mondomigliore, ci racconta Daniela Zanette. Le cose belle, fatte bene, di design e qualità (in particolar modo i capi vintage, ossia di venti, trenta, quarant'anni fa, del Made In Italy sartoriale, o delle griffe storiche internazionali pre-delocalizzazione) hanno un valore intrinseco. Sono senza tempo, attraversano intatte e splendide i decenni senza farsi travolgere dal fast fashion che svanisce in una stagione", spiega Daniela.

Da che cosa hai preso spunto per creare Sellingmylife?
Certamente dalla tradizione dei vintage shop inglesi dove ci si può sbizzarrire in un mix and match divertente; costruendosi dei look molto personalizzati, uscendo dall’omologazione dei trend di stagione. Dove si può acquistare un capo di norma fuori dalla propria portata economica a un prezzo accessibile. Non solo, mi sono ispirata ai progetti internazionali di #ecofashion quali per esempio “ECO AGE” di Livia Giuggioli Firth, moglie del celebre attore Colin Firth, la cui mission “abbinare eleganza ed etica per innalzare il livello di sostenibilità, etica e benessere sociale” è appunto quella di unire il glamour e l’alta moda alla sostenibilità ambientale. Evitando gli sprechi. Riutilizzando i tessuti. Garantendo l’eticità della filiera produttiva.

Che cosa si trova nel tuo negozio?
Mi sono sempre più specializzata nell’alta gamma da donna con qualche “chicca” per l’uomo, come per esempio le cravatte anni Ottanta e Novanta di Paul Smith ed Hermes. Non solo abiti, naturalmente, anche gli accessori di lusso – specialmente le borse di Louis Vuitton, Lanvin, Gucci, Yves Saint Laurent, Prada – sono molto apprezzati. Non manca la bigiotteria anni Ottanta di firme prestigiose come Cascio, Grosset e De Liguoro.


Che tipo di clientela frequenta Sellingmylife?
Le clienti vengono da Lubiana e da Trieste, così come da Udine e Padova. Sono perlopiù donne 40-50enni, raffinate, abituate a viaggiare molto e con evidente familiarità con il vintage. Frequentano sia i mercatini, sia le fiere di settore come Belgioioso e Milano. Segnatevi in agenda che ad aprile c’è la Milano Vintage Week!
Dove ti rifornisci di tante meraviglie?
La formula è il conto vendita da privati.

Potrebbe interessarti anche Sabatini presenta L'inganno dell'ippocastano

info: www.sellingmylife.it
Corso Verdi 61 Gorizia


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.