cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

A Dordolla Cantiere continuo

Rassegna internazionale "Cantiere Continuo" a Dordolla/Val Aupa. Fino al 29 maggio otto artisti sono chiamati a confrontarsi sul tema dell'Utopia in un luogo non casuale: Dordolla, comune di Moggio Udinese, Val Aupa. Qui, da alcuni anni è in atto un processo di ripopolamento, contrariamente a quanto avviene nel resto della montagna carnica, grazie all'arrivo di persone che hanno deciso di scommettere sulla possibilità di vivere in un luogo considerato "periferico", quasi  "disagiato". A Dordolla si sono tirati su le maniche, è nata un'associazione culturale "Cort dai Gjats", una azienda agricola e culturale "Tiere Viere", si restaurano sentieri e muretti a secco, si rifalciano i prati, si ripuliscono i boschi, si cerca di costruire una piccola centrale elettrica, artisti hanno scelto di viverci, dulcis in fundo un' osteria con cucina, "da Fabio" è aperta 7 giorni su 7, vero cuore pulsante del paese. La rassegna Ewige Baustelle/Cantiere Continuo è organizzata da UNIKUM-Centro Culturale dell'Università di Klagenfurt e ha quale curatore Moreno Miorelli (Stazione di Topolò). Gli artisti sono gli inglese Jez Riley French e Christopher Thomson, la slovena Anja Medved, gli austriaci Penker&Grengros e Gerhard Pilgram e gli italiani Gaetano Ricci, Ernesto Paulin, Giacomo Manenti. Installazioni all'aperto, audio e video installazioni che occupano il centro del paese e i prati circostanti. La rassegna è visitabile da venerdì 2 maggio al 29 maggio durante le ore diurne. In particolare sabato 17 maggio nell’ambito del festival internazionale di street art Elementi Sotterranei dedicato alla Sovranità Alimentare, l’associazione Bravi Ragazzi di Gemona del Friuli presenta (dalle 10) CANTIERE CONTINUO, manifestazione artistica internazionale a cura di Moreno Miorelli e dell’associazione Unikum, Centro Culturale dell’Università di Klagenfurt. Suggestioni artistiche tra le calli di Dordolla e lungo i sentieri che la circondano assieme a Kaspar Nickles. Alle 13: IL CIBO DELLA VAL AUPA Degustazione di prodotti locali. Alle 14.30 CONVEGNO SULLA BIODIVERSITA’ RURALE E SULL’AGRICOLTURA DI MONTAGNA Enos Costantini (Tiere Furlane) - Cognossi la storie par stâ tal samenât, Fabiano Micelli (Università di Udine) - Per salvaguardare l’agrobiodiversità servono contadini e iniziative pubbliche, Piccola Terra - Un estratto del film documentario, Adotta un terrazzamento (Valstagna, Canale del Brenta) - Quando l’agricoltura fa paesaggio: un caso esemplare di contrasto all’abbandono. Devis Bonanni (progetto Pecora Nera) - Pratiche quotidiane di sovranità alimentare. Alle 17.30 TEATRO CONTADINO L’ORT con Stefano Montello (voce recitante, chitarra) e Cristina Mauro (canto). Nella foto gruppo di qbquantobasta a caccia di erbe a Dordolla con Ennio Furlan.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.