cibo, vino e quantobasta per essere felici

Un libro fatto con il vino

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Sabato 11 novembre 2017 alle 11 a palazzo Rota, sede municipale di San Vito al Tagliamento sarà presentato un progetto di responsabilità sociale denominato “Una buona impresa”, che ha visto la cooperativa agricola Cantina di Ramuscello coinvolgere la cooperativa sociale Futura nelle sue attività, sia invitando le persone diversamente abili a vendemmiare nelle vigne dei suoi soci sia commissionando a Futura alcuni degli elementi della sua comunicazione aziendale, etichette e gadget per anniversari destinati alla clientela. Culmine della collaborazione il libro per famiglie in friulano Birbantute e Figotute, dipinto utilizzando proprio il vino ramuscellese come se fosse un acquerello e che la cantina di Ramuscello utilizzerà come dono il prossimo Natale: l’opera sarà presentata proprio a palazzo Rota alla presenza dell’autore Roberto Meroi e dell’illustratrice Patrizia Geremia. Interverranno anche il sindaco di San Vito al Tagliamento Antonio Di Bisceglie e i presidenti delle due cooperative Gianluca Pavan (Futura) e Gianluca Trevisan (Cantina di Ramuscello). Modererà il consulente aziendale e formatore Claudio Della Rossa. A seguire momento conviviale per tutti.

“Siamo davvero felici del lavoro comune in questi anni insieme alla Cantina - ha commentato il presidente di Futura Gianluca Pavan - che inseriamo all’interno dell’attività dell’Unità educativa territoriale gestita in convenzione con l’Azienda sanitaria 5. La giornata dell’11 novembre sarà davvero una preziosa occasione per far conoscere a più persone possibile quanto di buono abbiamo realizzato in questi ultimi anni”. “Siamo soddisfatti - ha aggiunto Gianluca Trevisan presidente della Cantina di Ramuscello - di questa sinergia che ci permette di sostenere anche economicamente la cooperativa sociale. Ma  noi riceviamo da loro una super-carica di energia e un esempio di come il lavoro possa essere inclusivo seguendo i valori della cooperazione”. Come detto Confcooperative Pordenone sta lavorando con impegno per un sempre maggiore dialogo dei vari settori in cui operano le 165 cooperative a essa aderenti. “Si tratta di uno degli obiettivi a me più cari del programma di mandato presidenziale - ha concluso il presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli -: vedere come Cantina di Ramucello e Futura siano riusciti a renderlo realtà ci sprona a continuare su questa strada che potrà portare frutti preziosi a tutto il mondo cooperativo del Friuli occidentale”.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.