cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

TIRAMISU’ WORLD CUP 2017 I NUMERI DELLA PRIMA EDIZIONE

Dai 28.000 savoiardi ai 28 chilogrammi di caffè, dalle oltre 11.000 uova ai 1.000 piatti brandizzati per i 720 concorrenti, ai 4.000 cucchiaini per i 192 giurati. (uno di questi giurati appartiene a questa golosa testata qbquantobasta). 720 ipasticceri non-professionisti che cercheranno di realizzare il “tiramisù più buono del mondo”. Sabato 4 novembre le selezioni nelle sei sedi distribuite in tutta la Marca trevigiana, domenica 5 novembre le semifinali e la finalissima alla Loggia dei Cavalieri di Treviso. Alle selezioni di sabato, due batterie (ricetta creativa e ricetta originale) in ogni sede, in quattro sessioni (alle 10,00, alle 12,00, alle 14,00, alle 16,00). Accederanno alle semifinali di domenica (orari alle 9,30 e alle 11,30) solo in 48, anche questa volta divisi fra ricetta originale e ricetta creativa. Dalle 14,30, la finalissima alla Loggia dei Cavalieri presentata da Moreno Morello, che annuncerà il “Campione del Mondo di Tiramisù”.
Chiunque potrà assistere alle gare (le sedi sono state scelte proprio per permettere al pubblico di seguire l’evento dal vivo e fare il tifo per i propri amici e parenti), ma senza interferire con il lavoro degli chef e con i giudici designati.

Coppa del Mondo di Tiramisù 2017, i numeri.
28.000 savoiardi (Matilde Vicenzi), 28 kg di caffè (Hausbrandt), l’equivalente di 11.368 uova (Le Naturelle), 400 kg di mascarpone (Lattebusche), 750 kg di cacao (Zaini), 1.000 piatti (Tognana) con il brand “tiramisù”, 500 rotoli di carta (Lucart), 4.000 cucchiaini per i giurati (PoloPlast).
L’intero progetto coinvolge 100 studenti dell’Istituto Lepido Rocco.
Contarina, che si occupa dei servizi ambientali in provincia di Treviso, ha organizzato 45 isole ecologiche.
Dolcefreddo Moralberti porta la propria esperienza internazionale, in quanto il suo tiramisù con la ricetta tradizionale trevigiana viene degustato nei ristoranti di tutto il mondo.


Per l’evento, è stata realizzata la bottiglia ufficiale di Spumante Italiano dal partner Astoria che porterà con sé la ricetta del dessert in 80 Paesi.
I cappelli da chef (EgoChef) sono stati prodotti nello stabilimento di Crocetta del Montello.
Più di 1/3 della Giuria è di FIPE Treviso (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).
Le sedi delle selezioni appartengono alla OGD (Organizzazione di Gestione della Destinazione Turistica) denominata “Città d'arte e ville venete del territorio trevigiano”. Tutte le aziende coinvolte hanno almeno una unità operativa nel territorio della CCIAA di Treviso e Belluno.
Sarà possibile acquistare le bambole Pigotte dell’UNICEF, oltre che donare con SMS o con chiamata da rete fissa al 45566. Alle 15,30 e alle 17,00 al BHR Hotel Treviso si svolgeranno due laboratori UNICEF per 15 bambini per turno.
Il Dipartimento Jean Monnet di Locarno (Svizzera) condurrà una analisi dell’impatto della Tiramisù World Cup sull’economia locale.
In ognuna delle sedi ci sarà il Tiramisù Bar dove poter degustare il tiramisù approvato da Roberto “Loli” Linguanotto, chef storico del Risorante “Le Beccherie”.

Le sedi della disfida
Il Castello di Roncade è una villa veneta con l'unicità di essere circondata da mura di difesa.
Villa Emo di Fanzolo di Vedelago è Patrimonio UNESCO;
La Rotonda di Badoere è una maestosa barchessa del 1600 e all'origine era un centro commerciale naturale.
Conscio di Casale sul Sile è frequentata da giovani durante tutto l’anno.
Il BHR Hotel Treviso è il “quartiere generale” dell’evento e la location con il programma di intrattenimento più corposo.
La Tenuta Astoria è a Refrontolo tra le colline del Prosecco ed è eccezionalmente aperta al pubblico per questa occasione.

La “Coppa del Mondo di Tiramisù” è l’atto conclusivo del “SileFest 2017”, la rassegna nata dal progetto “Sile, Oasi d’Acque e di Sapori”, frutto dell’omonima convenzione tra Enti Pubblici che vede riuniti dal 2014 i nove comuni rivieraschi: Casale sul Sile, Casier, Istrana, Morgano, Quinto di Treviso, Roncade, Silea, Treviso (capofila), Vedelago e l’Ente Parco del Sile.

 

Salva

Salva

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni