fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

è bello ed è gratis

Storie di pietre e voci di confini

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Storie di pietre voci di confini Storie di pietre voci di confini

Rappresentazione teatrale “Storie di Pietre e Voci di Confini” venerdì 29 ottobre 2021 alle  20.30 nella Sala Luttazzi del Comune di Trieste all'interno della rassegna “Una Luce sempre Accesa” inserita nell’ambito del progetto sostenuto dalla Regione FVG “Storie di Pietre e di Confini in tempo di Pace”. Lo spettacolo si svolge a leggìo in italiano accennando le lingue e i dialetti diversi (italiano, sloveno, tedesco, triestino, bisiaco, friulano) che sono usati nella nostra regione, al di là dei confini materiali che esistono da secoli. In collaborazione con l’Associazione Numerouno, Teatropossibile e la partecipazione straordinaria del coro S. Ignazio di Gorizia diretto dal M° Liviano Brumàt, lo spettacolo è scritto e diretto da Giorgio Amodeo con la collaborazione di Tatiana Malalan e Giuliana Zidarič. Musiche originali di Edy Meola. Scenografia di Monica Kirchmayr. Ingresso gratuito

Lo spettacolo vuole dare voce alle pietre, che siano del Carso o della Carnia, dell’Istria o del litorale giuliano-veneto. La pietra è il filo conduttore della rappresentazione che parte da brevi cenni storici sulla storia della regione Friuli Venezia Giulia e terre confinanti (a leggìo) per proseguire con scene di vita quotidiana in diverse epoche e momenti storici. Per conoscere i diversi modi di vita, le tradizioni popolari, le canzoni d’amore o di guerra, il legame con la terra e la natura per chi è nato e vive in campagna e una continua ricerca delle proprie radici per chi è nato e vive in città, le lingue e i dialetti diversi che si incrociano, si mescolano. Gli attori e il coro si esibiranno in diverse lingue e dialetti (italiano, sloveno, tedesco, triestino, bisiaco, friulano) perché i confini materiali sono esistiti, certo, e per secoli. Ma siamo nell’anno 2021 e...

Nel programma delle iniziative previste all’interno di Duino&Book, venerdì 29 ottobre alle ore 20.30 inoltre a Capriva si terranno la proiezione del film documentario “Isonzo” curato dal M° Licio Venizio Bregant, nonché diverse iniziative inserite nell'ambito della rassegna Calici d'Autore che verrranno diffuse e trasmeesse online sui canali social di Duino&Book.

Dieci i partner ufficiali: Comune di Capriva del Friuli (Gorizia – Fvg), Comune di Montereale Valcellina (Pordenone - Fvg), Comune di Prepotto (Udine - Fvg), Città di Buie / Grad Buje Buie (Croazia ), Comune di Terracina (Latina - Lazio ), Istituzione Bologna Musei – Museo del Risorgimento di Bologna (Bologna – Emilia Romagna), Associazione Nazionale Città del Vino (Siena – Toscana), Università della Terza Età Aps (Trieste – Fvg), Associazione Genitori Rilke Aps (Duino Aurisina - Fvg), Gruppo Speleologico Flondar (Duino Aurisina - Fvg), ma oltre 50 ulteriori soggetti, editori, enti, associazioni, aziende, media, saranno coinvolti e protagonisti degli eventi distribuiti negli otto mesi di svolgimento. E non possiamo non citare su tutti la Sezione di Borgo Hermada del Gruppo Ermada Flavio Vidonis con il presidente Luigi Orilia, l’Associazione Pedagnalonga, Le Vie delle Foto, il Lions Club Duino Aurisina, l’Ajser 2000 e tantissime altre entità associative e istituzionali.

 

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo