cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Segnali di concreto ottimismo all'incontro sul Collio

Cominciamo dalla fine, dall'ultima notizia comunicata dall'assessore regionale Shaurli all'incontro con la stampa in Consiglio regionale con il Consorzio Tutela vini del Collio: “Il ministero degli esteri sloveno ha risposto positivamente alla richiesta di condivisione per la candidatura del Collio-Brda a patrimonio dell’Unesco”. Il ministro degli Affari esteri sloveno, Karl Erjavec, ha dichiarato la disponibilità a sostenere la candidatura transnazionale a Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco del sito ‘Paesaggio rurale Collio – Brda tra Isonzo e Judrio’, che sarà approfondita nella prossima riunione del Comitato congiunto Regione-Repubblica slovena. Visibilmente soddisfatto l'assessore: “è un'altra dimostrazione che il fruttuoso rapporto internazionale instauratosi con la Slovenia e le azioni a partire  dal territorio portano sviluppi e risultati importanti”.

Gli argomenti oggetto della conferenza stampa del ConsorzioCollio riguardavano:

a) i risultati positivi della prima edizione di Enjoy Collio time, "apice della strategia integrata di comunicazione per il posizionamento del proprio brand, all'insegna della qualità, come ha sottolineato il presidente Robert Princic. 

b) Collio day in programma il prossimo 23 novembre all'insegna del claim "L'Italia sitinge di giallo": un'iniziativa in collaborazione con AIS che prevede sette vini in degustazione in contemporanea in 15 città italiane. Abbinamenti con i formaggio Montasio a diverse stagionature e seminario introduttivo in collaborazione con Promoturismo FVG.

c) l'andamento della vendemmia 2017 (previsto un calo del 15% circa, ma con una qualità sempre all'altezza, grazie anche alla particolare esposizione e dislocazione delle aziende in collina, insomma un'ottima annata). 

E alla qualità, anzi all'alta qualità punta la sfida della DOCG Collio, come DOCG del territorio, una scelta lungimirante, che può diventare un unicum. L’assessore Shaurli ha evidenziato un’apertura del Ministero dell’agricoltura italiano per un progetto che legando il vino alla bellezza e alle particolarità del territorio".

Il vicepresidente Bolzonello, presente all'incontro, ha sottolineato come dal punto di vista dell'accoglienza e del turismo, un vino come quello del Collio, che racconta il territorio, sia un fuoriclasse particolarmente attrattivo. "Accoglienza e narrazione, ha soggiunto Shaurli, si uniscono a un lungo lavoro fatto in questi anni per l'unità della filiera vitivinicola, sempre con scelte non impositive ma conservando autonomia e identità.

Gianluca Madriz, vice presidente Camera di Commercio Venezia Giulia ha sottolineato come il Consorzio Collio debba essere il protagonista del Centro finalizzato alla valorizzazione territoriale del Collio goriziano. Non solo vini ma anche attrazione turistica: "la Camera con il Fondo Gorizia ha creato le infrastrutture per un cicloturismo di alto livello, ora ci impegneremo per valorizzarlo e promuoverlo". "La Camera  lavora in Rete  per promuovere le eccellenze: abbinare il Collio al Tiramisù, alla Rosa di Gorizia, a Olio Capitale significa inserirlo in un moltiplicatore comunicativo pronto e a disposizione per essere associato ai nostri vini. Come anche “sbarcare” nel settore della nautica e della crocieristica con vini di grande qualità coinvolgendo le eccellenze esistenti e utilizzando la professionalità che la nostra azienda speciale Aries ha maturato negli anni. Mega e Superyacht sono di casa lungo la nostra costa, come le nostre aziende che producono e fanno refitting sono protagonisti nei posti che contano spesso assieme alla Camera: nelle cambuse degli yacht che girano l’Adriatico e che attraccano sulle coste triestine, una selezione di vini del Collio sarebbe un ottimo biglietto da visita per entrare in un mercato del lusso in cui le opportunità sono molte." Vento in poppa dunque!

Il Consorzio Tutela Collio fondato nel 1964, terzo in Italia e primo in regione FVG rappresenta 166 aziende socie.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni