cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Ricca di proposte la 83 Fiera regionale dei vini di Buttrio


Taglio del nastro all'83esima Fiera regionale dei Vini di ButtrioTaglio del nastro all'83esima Fiera regionale dei Vini di ButtrioE ' in pieno svolgimento la 83^ edizione della Fiera dei vini di Buttrio: il taglio ufficiale del nastro oggi sabato 6 giugno 2015 presso la Villa di Toppo Florio.
Alla cerimonia erano presenti l’assessore alle risorse agricole e forestali della Regione FVG  Cristiano Shaurli, l’assessore alle attività produttive della Provincia di Udine Leonardo Barberio, l’europarlamentare Isabella De Monte,  il Direttore ERSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale Paolo Stefanelli, il Presidente del Consorzio delle DOC Pietro Biscontin,  il presidente delle Pro Loco Regionali Walter Pezzarini, il delegato della CCIAA di Udine Rosanna Clocchiatti e il consigliere di BCC Manzano Giancarlo Zuliani e numerosi sindaci dei comuni limitrofi, tra cui il neo eletto sindaco di Premariacco, Roberto Trentin.
A fare gli onori di casa il sindaco di Buttrio Giorgio Sincerotto e la Presidente di Pro Loco Buri Raffaella Canciani insieme a Mario Busso il curatore nazionale della guida Vinibuoni d’Italia  del Touring. Buttrio da quest'anno è capitale nazionale dei vini autoctoni con la migliore produzione di vino da vitigni autoctoni del Friuli Venezia Giulia e da  tutta la Penisola Italiana.
250 i volontari della Pro Loco Buri che contribuiscono fattivamente e con passione alla buona riuscita della manifestazione. A loro è andato il ringraziamento della presidente di Pro Loco Buri Raffaella Canciani e del Sindaco di Buttrio Giorgio Sincerotto.Sindaco di Buttrio Giorgio Sincerotto, ph BluefotoSindaco di Buttrio Giorgio Sincerotto, ph Bluefoto
Nel suo intervento introduttivo Sincerotto ha sottolineato il coraggio e la lungimiranza degli organizzatori nel promuovere la specificità della Fiera regionale dei vini di Buttrio quale fiera dedicata ai vini autoctoni. “Una conferma della validità della scelta effettuata  5 anni fa che ha portato Buttrio ad essere definita oggi Capitale nazionale dei vini autoctoni  e a cui  sarà dedicata una vetrina particolare a EXPO 2015 il prossimo 15 luglio, nell’ambito dei programmi gestiti da ERSA.

Sulla indispensabile necessità di muovere gli sforzi  di promozione attorno a un’unica DOC Friuli è ritornato anche l’assessore regionale all’agricoltura Cristiano Shaurli. “Oggi nella nostra regione 10.000 ettari sono vitati a glera/prosecco e pinot grigio. La scelta di un’unica Doc Friuli non vuol dire uniformare la nostra produzione ai gusti internazionali. Puntare sui vitigni internazionali non è un errore anche perché le caratteristiche tipiche del territorio vengono inevitabilmente trasmesse al prodotto finale. Dobbiamo altresì riscoprire il territorio e promuoverne le specificità. Per questo va tutto il nostro apprezzamento alla scelta fatta dalla Fiera di Buttrio verso i vini autoctoni. I vitigni autoctoni friulani come per esempio il Refosco o il Verduzzo  sono veri e propri esempi culturali. Ma abbiamo anche un’altra specificità da difendere. Se oggi il 2,5% della produzione vitivinicola nazionale è FVG, il 10% degli enologi è invece friulano, i laureati in enologia dall’Università di Udine sono i maggiormente riconosciuti e valorizzati nell’aziende. Abbiamo una capacità formativa nel settore enologico e agroalimentare che in Italia è senza eguali. Finalmente oggi viene riconosciuta la multidisciplinarietà dell’agricoltura  e della vitivinicoltura che unisce a sè un’importanza turistica, paesaggistica e infrastrutturale. E’ quindi necessario porre in modo sinergico e condiviso la giusta attenzione all’intera filiera, dal territorio alla peculiarità dei prodotti contro ogni massificazione dei gusti, per poter valorizzare la qualità, le prerogative del patrimonio vitivinicolo  e agroalimentare regionale”. Concorde sulla promozione della Doc unica Friuli anche l’assesore della Provincia di Udine Barberio che ha elogiato parimenti l’iniziativa della Fiera regionale dei Vini di Buttrio nel preservare, attraverso la promozione dei vini autoctoni, la specificità del territorio.
Nell’ambito della cerimonia di inaugurazione si è tenuta anche la premiazione da parte di Vinibuoni d’Italia e di Fiera Regionale dei Vini di Buttrio,  di tre giovani protagonisti dell’impresa vitivinicola del Friuli Venezia Giulia. Si tratta di Matteo Livon, Matej Skerlj e Kristian Keber “tutti animati da una passione e un entusiamso fuori dal comune, tecnicamente assai preparati, capaci di trasformare le uve in irriproducibili emozioni” recita la menzione di Vinibuoni  d’Italia  che dedicherà un approfondimento al tema dei giovani imprenditori agricoli nell’edizione del 2017 della Guida.
ph. Bluefotoph. Bluefoto
La 83a Fiera Regionale dei Vini a Buttrio è in programma il 6-7 e il 13-14 giugno. Molti gli eventi  culturali e i momenti di spettacolo che animeranno i due week end di giugno. Dalle degustazioni agli incontri a metà tra spettacolo e meditazione filosofica, alle riflessioni tra vino, paesaggio e territorio, alla musica, ai giochi di una volta, ai racconti: un programma che vuole soddisfare tutti, esperti, winelovers, famiglie e bambini. Per aggiornamenti e per conoscere il programma completo Facebook: FIERA REGIONALE DEI VINI DI BUTTRIO

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.