cibo, vino e quantobasta per essere felici

Püst 2017 Carnevale in Val Resia

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Püst 2017, il Carnevale in Val Resia si svolge nella sola frazione di S.Giorgio/Bila. Non mancano però eventi spontanei in altre frazioni. Il Carnevale inizia, generalmente ill giovedì grasso (Jojba Grasa) e continua il sabato sera, la domenica (Püstawa nadëja), il lunedì, il martedì (TeVlïki Püst) e il mercoledì delle ceneri (Te din na pëpël)). L’elemento fondamentale del Carnevale è rappresentato dalla danza eseguita con i tipici strumenti musicali resiani, la cïtira [ zitira] (violino) e la bünkula (violoncello). Le danze si protraggono per ore e ore, nelle osterie e negli spazi predisposti per i festeggiamenti. Si balla, tempo permettendo, anche all’esterno, in particolare domenica pomeriggio. Il Carnevale si conclude, il Mercoledì delle Ceneri, con il rogo del fantoccio, segnando così la fine di un ciclo per ricominciarne uno nuovo, si spera, più prospero. Le maschere tradizionali del Carnevale resiano sono di due tipi: te lipe bile maškire, le belle maschere bianche, le più conosciute perché sono presentate anche nelle esibizioni del Gruppo Folkloristico Val Resia ed i babaci/kukaci [babazi / kukazi], le maschere brutte.   Per saperne di più sulle maschere resiane leggi Maschere tradizionali del Carnevale resiano.

Il carnevale resiano 2017 avrà inizio sabato 25 febbraio alle 20.30 con musiche e balli resiani presso il Salone dell’Associazione Sangiorgina e l’Osteria alla Speranza a S.Giorgio.  Domenica 26 febbraio, detta anche Püstawa Nadëja, i festeggiamenti avranno inizio alle ore 14.00 in piazza a S.Giorgio. Ancora una volta musiche e balli resiani saranno i protagonisti. Il tutto proseguirà in serata presso il Salone dell’Associazione Sangiorgina e l’Osteria alla Speranza. In quest’occasione sarà possibile vedere sfilare e danzare le “Lipe Bile Maskire”, le belle maschere bianche.
Lunedì 27 febbraio a Stolvizza di Resia viene organizzato alle ore 14.45 il “Püst Bimbo Bim Bum Bam”: è il carnevale dedicato ai bambini, i quali sfileranno con le loro maschere lungo le vie del paese fino ad arrivare alla Baita degli Alpini dove proseguiranno i festeggiamenti.
Martedì 28 febbraio ancora una volta musiche e balli resiani presso il Salone dell’Associazione Sangiorgina e l’Osteria alla Speranza a S.Giorgio a partire dalle ore 20.30.
Mercoledì 1 marzo funerale del Babaz, il fantoccio rappresentante il carnevale bruciato come simbolo di espiazione da tutti i peccati accumulati durante l’anno, oltre alla premiazione del concorso “E tu che babaz sei? – concorso creativo rivolto alle scuole e alla comunità locale- dove le vie dei paesi vengono abbellite dalle creazioni di divertentissimi e numerosi babazi. La processione e il funerale avverranno a partire dalle ore 19.00 presso la piazzetta di S.Giorgio. I festeggiamenti proseguiranno in serata presso il Salone dell’Associazione Sangiorgina e l’Osteria alla Speranza.


Durante i festeggiamenti sarà possibile degustare i piatti della cucina tradizionale resiana presso i locali della valle, su prenotazione.
Per maggiori informazioni cliccare qui.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.