cibo, vino e quantobasta per essere felici

Lunari fatti in Carnia e non solo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Sono trascorsi 25 anni da quel lontano 1992 quando, in una piccola stanza della canonica di Imponzo, alcuni componenti della redazione del periodico trimestrale  “Il gjornêl”  idearono la rassegna itinerante de “Il lunari fat in Cjargne e no dome...”.    Luciano Valdes, presidente dell'Associazione culturale de “Il gjornêl” nel corso dell'inaugurazione della mostra svoltasi ad Imponzo sabato 7 gennaio 2017, ricorda  quella prima edizione che timidamente esponeva  8 calendari. Oggi i Comuni che vi partecipano sono 22 tra cui Bordano, Cleulis, Clavais di Ovaro, Cercivento, Piano d'Arta, Fagnigola, S. Pietro di Carnia, Magnano in Riviera, Prato carnico, Ravascletto, Resia, Sauris, Soccorso Alpino Regionale,  Timau, Valle Rivalpo, Basagliapenta e  Palazzolo dello Stella, che proprio quest'anno festeggia il decimo anniversario dell'adesione all'iniziativa.


La rassegna è un momento di incontro e di scambio culturale tra i vari comuni della Carnia e non solo, consapevoli dell'importanza della salvaguardia e divulgazione della  storia locale, delle tradizioni, delle tipicità e della nostra lingua friulana, in un'epoca in cui si rischia di "perdere non solo le radici ma anche le sementi". E allora quale mezzo migliore del “lunari” presenza quotidiana, discreta e utilissima che ci tiene compagnia all'interno delle nostre case, a testimonianza di un altro modo di fare cultura.


La mostra, allestita presso la Palestra comunale di Imponzo, è aperta al pubblico dalle 15,00 alle 19,00 tutti i sabati e le domeniche fino al 12 febbraio 2017.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.