cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

La gubana più grande del mondo a Cividale

Il 1° gennaio a Cividale del Friuli brindisi per la più grande gubana del mondo. Il peso da battere sono i 68,7 kg della scorsa edizione (vedi foto). Centinaia di persone sono attese al brindisi con spumante friulano per il nuovo anno sotto il loggiato municipale. Il Forno Cattarossi di Cividale del Friuli e il suo titolare Berto Blasuttig si devono superare ancora una volta:  la “gubana più grande del mondo”, che ha raggiunto il record  di 68,7 kg lo scorso capodanno, verrà riproposta il 1° gennaio 2013 alle 18.30 presso

la loggia del municipio di Cividale per iniziativa del caffè S. Marco. Dopo ben 7 record consecutivi l’impresa si fa sempre più ardua.

 


Il 1° gennaio si è consolidata questa dolce tradizione di sfornare la ‘più grande gubana del mondo’ e adagiarla su un’enorme tavola sotto il loggiato del palazzo comunale di Cividale, per essere ammirata e poi offerta in degustazione per il brindisi augurale di Capodanno.
Centinaia di persone si assieperanno sotto il municipio animate dall’attesa di sapere se il record della precedente edizione verrà battuto, ma soprattutto per assaggiare il dolce tipico del Friuli. Gli organizzatori dopo aver superato decisamente il mezzo quintale (si è infatti passati progressivamente dai 34 kg della prima edizione ai 68,7 dell’ultima) puntano a nuovi traguardi. La festosa degustazione sarà accompagnata dalle bollicine del Brut di Piero Pittaro,  spumante classico friulano, presente sin dalla prima edizione.

L’iniziativa si ripeterà per l’8° volta con l’intento di valorizzare il tipico dolce di Cividale e delle Valli del Natisone sulle cui origini ancora misteriose resta sempre acceso il dibattito tra gli appassionati di questa rinomata specialità che compare per la prima volta in un documento scritto risalente al 1409 (figurava tra le 72 portate del banchetto in onore del Papa Gregorio XII in visita a Cividale dove si celebrava un Concilio).


Per informazioni:
Dott. Andrea Cecchini
335 - 5279130

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni