cibo, vino e quantobasta per essere felici

La filiera della canapa in montagna

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

In data 5 maggio 2019, al Museo Carnico di Ampezzo, l'Unione Generale del Lavoro provincia di Udine ha organizzato il convegno “La filiera della canapa in montagna, tra tradizione ed innovazione”. Mario Comis, responsabile per la zona montana del Friuli, presenzierà e presenterà il percorso della manifestazione che si snoderà tra passato e futuro, tra tradizione, innovazione e possibilità di integrazione al reddito. Parteciperanno al dibattito  Domenico Molfetta in rappresentanza della Fondazione Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari Michele Gortani, già presidente del Museo Carnico, noto conoscitore delle erbe officinali locali, docente dell'università della terza età, che tratterà della tradizione della coltivazione della canapa in Carnia; Carla Da Porto, del Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura, Università degli Studi di Udine, che tratterà dei benefici salutari derivati dall'utilizzo della canapa. Mario Scalet, del Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali, Università degli Studi di Udine evidenzierà l'utilità della coltivazione della canapa finalizzata a esempi di economica circolare in Friuli Venezia Giulia. Ilaria Dal Zovo, del M5S Regionale spiegherà in cosa consiste il progetto di legge recentemente depositato per la costituzione di una filiera regionale dedicata alla coltivazione e lavorazione della canapa. Marco Zullo, europarlamentare e coordinatore M5S in Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale tratterà delle possibilità della creazione di una filiera regionale supportata dai fondi dell'Unione Europea. “Bepi” Tonon, proprietario dello storico stabilimento Carnica Arte Tessile di Villa Santina tratterà della sua esperienza e delle possibilità dell'utilizzo della canapa nella tessitura. La Fondazione Museo Carnico presenterà per l'occasione una mostra iconografica dedicata all'argomento e riferita alla tradizione carnica della coltivazione della pianta. Attraverso la necessaria approvazione della legge, la creazione di una filiera e di marchi a tutela del prodotto, ad Ampezzo si spiegherà come la coltivazione della canapa, già parte della cultura locale, risulti perfetta per un prodotto di montagna integrato, bio, green, dall'alta redditività, capace di produrre fibra di ottima qualità adatta a molteplici scopi industriali, semi dall'alto valore nutrizionale, carta, olii utilizzati in farmacologia, prodotti cosmetici, tisane rilassanti, filo da tessitura e concime, in un ricircolo virtuoso assolutamente moderno e compatibile con le esigenze e l'ambiente montano. Si tratterà quindi ampiamente della tradizione e della diffusione della conoscenza per favorire il ritorno della coltivazione della canapa in montagna con modalità organiche, tutelate e dedicate, in funzione della creazione di nuovi posti di lavoro in montagna e di diffusa e possibile integrazione al reddito, con riferimenti alla legislazione attuale ed a quella che dovrà essere adottata per la sopravvivenza ed il progresso delle zone montane.

 LA FILIERA DELLA CANAPA IN MONTAGNA TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Sala Museo ORE 10.00 CONVEGNO

Apertura di  Mario Comis - Unione Generale del Lavoro (UGL Udine)

Canapa & Salute Carla Da Porto - Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura (DPIA), Università degli Studi di Udine

Canapa: modello di economia circolare per il Friuli Venezia Giulia Mario Scalet - Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali (DI4A), Università degli Studi di Udine

 Il supporto dell’Unione Europea alla Canapa; logiche di filiera produttiva Marco Zullo - Europarlamentare Coordinatore EFDD/M5S in Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale

Canapa industriale, presentazione del progetto di legge regionale sulla filiera Ilaria Dal Zovo - M5S Regione Friuli Venezia Giulia

L’utilizzo della canapa nella tessitura “Bepi” Tonon - Carnica Arte Tessile Villa Santina

Testimonianze di canapicoltura moderna La tradizione della canapa in Carnia Domenico Molfetta

Mostra iconografica curata dalla Fondazione Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari M. Gortani


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.