cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

La competizione del baccalà si accende

Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra: martedì 24 novembre 2015, al ristorante Baccalàdivino di Mestre, appuntamento con le preselezioni regionali per decretare i sei piatti che andranno in finale, concorrendo al titolo di miglior ricetta a base di baccalà. Il 24 novembre sarà decretato anche il vincitore di Baccalando, l’aperitivo che ha visto protagonisti sette locali più alla moda del Veneto; ma solo uno vincerà il premio: un volo per due persone ad Oslo. La proposta più innovativa sarà scelta per essere premiata durante la semifinale del Festival del Baccalà e sarà servita al pubblico durante il cocktail di gala della finale. Ecco i locali in gara: Villa Sandi (Cortina d’Ampezzo - Belluno), Dining Room (Venezia), Osteria ai Trani (Rovigo), Danieli (Bassano del Grappa - Vicenza), All’Ombra della Piazza (Padova), Beccherie (Treviso), Tapasotto (Verona).

I membri del Comitato Esecutivo del Festival decreteranno i sei piatti che parteciperanno alla finale secondo la seguente ripartizione geografica: quattro ricette del Veneto, una ricetta del Friuli Venezia Giulia, una ricetta del Trentino - Alto Adige. Il giudizio del Comitato Esecutivo sarà espresso in base ai seguenti criteri: Presentazione del piatto, Valorizzazione del prodotto, Tecnica, Degustazione, Innovazione e Creatività.

Passano direttamente alla finale l’agriturismo Chalet Fogajard per Trento con la ricetta Baccalà e i broccoli di Torbole con battuta di sarde del Garda abbinato a purea di sedano rapa della Val di Gresta e grosti di polenta di Storo, e il ristorante "Matiz" da Otto per Udine con la ricetta Incontro strano tra il bosco e il baccalà.

Ecco i nomi dei ristoranti, con relative ricette, che parteciperanno alle preselezioni regionali per il Veneto:

Belluno: ristorante Al Capriolo con la ricetta L'orto, il bosco e...i baccalà;

Padova: ristorante Mestìs Steakhouse con la ricetta Risi al latte, ventresca di baccalà alla "ciapa" e cime di rapa;

Rovigo: ristorante 7 Mari con la ricetta Baccalà di prima salatura cotto in trasparenza, acqua di rose topinambur, rapa rossa e maionese di tamarindo;

Treviso: biosteria Basilico13 con la ricetta Riso, carbone, baccalà e "saor";

Venezia: ristorante Gusto in Abbazia con la ricetta "Rillettes" di baccalà, briciole di cioccolato amaro e fiori invernali;

Verona: ristorante Le Cedrare con la ricetta Croccole di baccalà stufato di cipolle borettane, sabbia di capperi e aria di limoni;

Vicenza: ristorante Da Beppino con la ricetta Merluzzo in due versioni con abbinamento di ostriche ed anguilla (stoccafisso/anguilla e baccalà salato/ostriche).



 Durante la finale, che si terrà mercoledì 2 dicembre 2015 alla Tenuta Polvaro ad Annone Veneto (Venezia), una Giuria composta da Chef Stellati sancirà la ricetta vincitrice della sesta edizione del Festival Triveneto del Baccalà, nonché la migliore ricetta a base di baccalà 2015, assegnando allo chef vincitore il Trofeo Tagliapietra e un viaggio alle Lofoten, isole norvegesi patria dello stoccafisso.

Alla manifestazione gastronomica, organizzata dalla Dogale Confraternita del Baccalà Mantecato, la Venerabile Confraternita del Baccalà alla Vicentina, la Patavina Confraternita del Baccalà e la Vulnerabile Confraternita dello Stofiss dei Frati, in collaborazione con la Tagliapietra e Figli Srl l’azienda importatrice di stoccafisso più prestigiosa del Nord Italia, con sede a Mestre (Venezia), hanno preso parte 28 ristoranti  tra Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige, presentando, come da regolamento, esclusivamente ricette originali e innovative.



 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.