cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

è bello ed è gratis

Il maiale in tavola nella Mitteleuropa

Oggi 14 febbraio 2019 nel quartiere fieristico di Gorizia inaugurazione di Expomego, la storica Fiera Campionaria che dal 1971 rappresenta la vetrina del Friuli Venezia Giulia e della Slovenia.  Accanto ai padiglioni con una vasta serie di prodotti, uno spazio di rielievo sarà riservato all'enogastronomia. Protagonista “Il maiale in tavola nella Mitteleuropa”, con tanti assaggi di piatti a base di maiale: Musetto con la brovada, Porzina con il kren e fagioli in umido, Crodeghin con crauti e Keiserfleisch con patate. I piatti saranno abbinati ai vini di Tenuta Villanova: Merlot DOC Collio 2015, Refosco DOC Friuli Isonzo 2016, Chardonnay DOC Friuli Isonzo 2017, Villanova Brut spumante.

Durante l’edizione 2019  l’attrazione principale, sarà il maiale, proposto nelle sue diverse varianti, di cui ci si potrà innamorare. L’esposizione sarà infatti inaugurata nel pomeriggio di San Valentino! Sarà possibile assaggiare piatti della cucina friulana e di altre zone della regione e della Mitteleuropa, con ricette slovene e austriache. Non mancherà il friulanissimo Musetto con la brovada, né la “Porzina” triestina con il kren e fagioli in umido. E come dimenticare l'austriaco “Keiserfleisch”, che propone diversi tagli di maiale,
assieme alle patate? E il “Crodeghin” sloveno (krodegin o košarica) con crauti? Ci sarà anche lui per la gioia del vostro palato! Per non dimenticare che tutti questi piatti, prima di passare dal cuoco, derivano dall’arte del norcino o “purcitàr”, sarà possibile scoprire l’arte e la tecnica di questo antico mestiere attraverso recenti pubblicazioni. Al maiale del resto sono legate tante tradizioni: dalla festa di Sant’Andrea (30 novembre) - giorno in cui si dava inizio alla macellazione dell’animale, che era il bene più prezioso per le famiglie contadine - alla festa di Sant’Antonio (17 gennaio), in cui con canti e libagioni terminava il lungo peregrinare del norcino di casa in casa. Francesco Babudri cita una filastrocca istriana: anca se slordo e bruto, coltivite ‘l porzin, che ‘l dà lardo e persuto, conzièr e crudighin, mettendo in risalto il fatto che «a Trieste si esalta la carne suina facendola gareggiare con il prelibato tonno. Dicesi: prima la porzina e dopo la tunina». L’ingresso alla fiera è libero e nell’area eventi ci saranno tutti i giorni di Expomego momenti di assaggi culinari, abbinati a birre e vini. 

Orario al pubblico per visitare Expomego:

giovedì 14 venerdì 15 febbraio dalle 15.00 alle 20.00
sabato 16 e domenica 17 febbraio dalle 10.00 alle 20.00

Il Maiale in tavola nella Mitteleuropa: ogni giorno fino alle 22.00 (pad. D)


Per ulteriori informazioni

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni