cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Il Gastronauta colpisce ancora

In attesa di Milano Golosa, l’ambizioso Gastronauta Davide Paolini si è cimentato in una nuova avventura, questa volta in Veneto, in un’ex filanda di Santa Lucia di Piave: Gourmandia - Le terre golose. Per saperne di più leggi il link di qb Gourmandia, il paese del Bengodi si trasferisce a Santa Lucia di Piave

Tre giornate, dal 14 al 16 maggio 2016 dedicate ai protagonisti dell’enogastronomia nazionale: produttori artigianali, chef e ambasciatori della cucina italiana. Camminando nella Valle del Gusto e lungo la Penisola dei Sapori, dove sono state ospitate circa 140 aziende, i visitatori hanno assaggiato prodotti di qualità e conosciuto personalmente i produttori, ma sono anche diventati consumatori più consapevoli grazie a un programma ricco di appuntamenti: talk show, show cooking e incontri.

Gianluca Bisol, produttore di Valdobbiadene, si è confrontato con i presidenti dei tre consorzi su un tema molto attuale: quantità o qualità?  leggi tutto al link  di qb Il Prosecco si mangerà il vigneto Italia?

Oldani ha raccontato della sua cucina pop e della prossima apertura del nuovo locale, Massari e Marchesi hanno parlato dei loro mestieri di Pasticcere e di Cuoco, Cipriani si è spinto a prevedere il futuro della nostra ristorazione. Ai fornelli si sono esibiti illustri chef: i Fratelli Damini e Bruno Bassetto hanno accontentato i carnivori, Alessandro Breda e Daniele Zennaro i vegetariani, lo sloveno Tomaz Kavcic i curiosi, Nicola Fiasconaro (e il suo panettone) i più golosi. Renato Bosco e Giovanni Santarpia si sono esibiti in un’arte che ci rappresenta in tutto il mondo, candidata nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco: la pizza italiana. Insomma ancora una volta Davide Paolini, il Gastronauta, ha saputo colpirci in modo importante e positivo.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni