cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

I Concerti a palazzo con giovani archi sloveni

Accademia Musicale di Sacile/Ensemble Serenissima venerdì 12 maggio 2017 alle 20.45 a Palazzo Ragazzoni a Sacile serata conclusiva di "I concerti a palazzo". Giovani studenti del Ginnasio artistico di Capodistria in concerto. Serata conclusiva della XI edizione della Rassegna Internazionale “I Concerti a Palazzo”  con due quartetti di archi formati dagli studenti del Ginnasio artistico di Capodistria. Prima in formazione di quartetto e poi in ottetto presenteranno brani di autori classici accanto a pagine interessanti di autori sloveni. Kaja Ladava, Tara Grilj (violini I), Lea Pangerc, Mihaela Bajec Peca (violini II), Ana Trebše, Nina Vrabec (viole), Vitan Košpenda e Ana Mittendorfer (violoncelli), proporranno i Balletti di Dolar, la Serenata Eine kleine Nachtmusik  e il Quartetto n° 20 in Re maggiore di Mozart, il Quartetto d'archi in Re maggiore di Schubert e il brano Cingalin di Mihevc. I giovani concertisti sono impegnati sia nello studio solistico dei loro strumenti che nell'Orchestra sinfonica della Scuola di musica a Capodistria. Come solisti hanno partecipato a diversi concorsi nazionali sloveni e si esibiscono in rassegne musicali organizzate dagli enti artistici della Slovenai. Una delle materie importanti del loro percorso di studi è proprio la musica da camera, che dà agli studenti la possibilità di imparare moltissimo sull'interpretazione d'insieme e la musicalità. Entrambi i docenti di riferimento  Žiga Cerar e Bogomir Petrač vantano un'importante carriera come musicisti da camera e infondono ai ragazzi l'entusiasmo dello suonare insieme. Unendo i due quartetti, hanno dato ai propri studenti un'ulteriore esperienza sonora affrontando il repertorio per ottetto d'archi, che non comprende solo composizioni di repertorio classico e contemporaneo colto, ma permette di spaziare nel genere pop, dimostrando così quanto sia versatile la sonorità degli archi.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni