cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Ha riaperto il Cafè Rossetti

E' stata simbolicamente Santa Lucia a regalare di nuovo alla città la riapertura del Café Rossetti con una nuova gestione. L’inaugurazione è avvenuta infatti mercoledì 13 dicembre 2017.  Alla conferenza stampa sono  intervenuti  il Presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia - il Rossetti, Sergio Pacor; per la nuova gestione il Presidente della Società Cooperativa Sociale Torrenuvola, Giovanni Chessa e il Vicepresidente Pierantonio Taccheo nonchè il  nuovo Direttore artistico del Caffè Rossetti, Stefano Franco. Saranno i suoi scintillanti ottoni “Flampet Horns” la Resident band di questo locale, che oltre alla ristorazione fino a tarda ora per il dopo teatro, proporrà anche le suggestioni di un Music Club con i classici dello swing dei più grandi jazzisti degli anni ‘40 e ‘50, calde atmosfere da Cotton club e qualche sorpresa. Prevista una ricca programmazione musicale collaterale. Il Cafè Rossetti riaprirà ovviamente il suo servizio di bar e ristorante, full time dal mattino a notte. Decisamente interessante e da provare. Lo spazio è molto coinvolgente e conserva ancora alle pareti i collages delle oltre 100 immagini di artisti che si sono succeduti sul Palco del Teatro Stabile.  foto courtesy La voce di Trieste

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.