cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Gubana vs frustingo a Cividale

GUBANA vs FRUSTINGO: dolci tipici a confronto. Dolce disfida all’insegna della solidarietà con le popolazioni terremotate. La giuria tecnica formata da esperti e giornalisti si è riunita venerdì 24 febbraio 2017.  E con l’insediamento della giuria tecnica è entrato nel vivo il 12° concorso Gubana day - premio Bepi Tosolini, che animerà il weekend cividalese. In questa edizione la sfida sarà tra la gubana e una specialità del Piceno (Marche) che ha origini preromane, probabilmente etrusche: il frustingo, prelibatezza a base di frutta secca e fichi che i romani chiamavano ‘panis picentinus’. 

Presso il Caffè S. Marco di Cividale (organizzatore dell’evento) sabato 25 e domenica 26 si potranno degustare gratuitamente i due dolci e valutarne le proprietà e qualità. Toccherà  agli avventori valutare e votare tramite un’apposita scheda quale delle due specialità preferiscono.

La gubana ha sfidato in questi anni presniz goriziano, putizza triestina, reindling carinziano, orehnjaca istriana, strudel sappadino, tiramisù carnico e bisiaco, sacher torte e, appunto, il panforte senese. Ora l’”avversario” giunge dalle Marche con tutta la sua semplicità, ma anche la sua lunga storia, un dolce scelto per richiamare l’attenzione sulle zone colpite dal rovinoso sisma che da mesi sconvolge le popolazioni del centro Italia.

La prima valutazione è stata affidata a una giuria tecnica formata dai giornalisti Giuseppe Longo, Mariarosa Rigotti, Eliana Mogorovich, Gianni Pistrini, dal maestro pasticcere del Civiform Valandro Mentore, dalla direttrice della scuola di cucina ‘Mestoli e Padelle’ Micol Pisa, dalle marchigiane doc Barbara Marcozzi (Presidente di Giuria) imprenditrice di Campofilone, e Susanna Cardinali, udinese d’adozione, oltre a Lisa Tosolini in rappresentanza dello sponsor eal l’Assessore alle attività produttive del comune di Cividale Angela Zappulla.

Ed ecco i concorrenti della 12^ edizione: per le gubane ‘Giuditta Teresa’, ‘Dorbolò’, ‘Dall’Ava’, tutte di S. Pietro al Natisone, Margutti di Stregna, ‘Panificio Cattarossi’-, ‘Panificio del Foro’ e panificio Del Fabbro di Cividale; per il frustingo Forneria Tassotti, Panificio Pierantozzi & Amabili, Pasticceria Vannicola, Forno Marozzi, Forno Tranquilli, tutti della provincia di Ascoli Piceno, e Gran Forno Malavolta della provincia di Fermo.

La giuria ha proceduto, a porte chiuse nella sala del Caffè San Marco, alla valutazione ‘alla cieca’ delle gubane e dei frustingo sulla base di una serie di elementi che concorrono a darne un giudizio complessivo.

I verdetti della giuria tecnica e della ‘giuria popolare’) verranno resi noti lunedì 27 febbraio con la proclamazione del vincitore (o dei vincitori) e la premiazione da parte della distilleria Bepi Tosolini.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)