cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Gran chiusura per Gusti di frontiera

«Gusti di Frontiera è diventata tra le manifestazioni enogastronomiche di riferimento non soltanto a livello regionale, ma anche per l’area che ha Gorizia come centro geografico». Lo ha detto il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello, intervenendo alla tavola rotonda sulla promozione delle eccellenze locali, ospitata nell’ambito di GustiBlog! nel padiglione Ersa di via Rastello. Decine
di migliaia di persone si sono riversate nel centro storico di Gorizia, attirate dai sapori e dalle specialità delle trenta nazioni partecipanti. Dal Borgo Austria in piazza Battisti al Borgo Britannia in piazza Sant’Antonio, passando per la particolarmente vivace via Rastello, e per i travolgenti Borgo latino di piazza Municipio e Borgo Americhe di via Cadorna, la città è stata un tripudio di brindisi, danze e musica. Un’aria di festa che, complice il bel tempo, fa di Gusti di frontiera un appuntamento imperdibile. «Alla Regione non chiediamo risorse economiche, ma competenze tecniche, per aiutarci a sviluppare ulteriormente la manifestazione - ha detto il sindaco Ettore Romoli -. Intendiamo elevare ancora questa kermesse, alla quale già quest’anno abbiamo tentato di dare una prima impronta culturale. C’è da dire che la Regione, già quest’anno, attraverso Turismo Fvg ci ha già dato una mano nella promozione». L’appello è stato prontamente raccolto dall’assessore regionale all’Agroalimentare: «L’auspicio del sindaco è condivisibile: già il prossimo anno l’Ersa potenzierà la propria presenza, dando ancor maggior spazio alle produzioni e alle eccellenze locali». Bolzonello ha poi brindato assieme a Romoli e ai sindaci del Goriziano sloveno in piazza Municipio, dove nel pomeriggio è andato in scena il Gusti No Borders Party, con degustazioni di finger food offerte dall’associazione Gorizia a Tavola e dal ristorante Hendrick’s.
TRASPORTI - Nelle prime tre giornate di Gusti di frontiera il piano della mobilità approntato dal Comune ha
dimostrato di funzionare e non si sono registrati particolari problemi di viabilità. E' possibile lasciare l'autovettura negli spazi dell'Autoporto Sdag, all'ingresso della città, collegato con il cuore della festa. Le navette dalla Sdag partiranno ogni quarto d'ora dalle 11 alle 23 dirette verso corso Italia (di fronte alla Provincia) inoltre faranno tappa alla fermata del bus di via Fermi, consentendo così di sfruttare anche il parcheggiodel cimitero centrale. Il parcheggio del PalaBigot di via delle Grappate sarà collegato con il centro, con fermata davanti alla sede della Provincia in corso Italia dalle 11 alle 23 ogni 15 minuti. Attivo anche il trenino che collega Gorizia e Nova Gorica: il servizio funzionerà dalle 11 alle 22.
EVENTI - La giornata di domenica sarà aperta da un convegno alle 11 nel Villaggio Mr. Barbecue in Borgo Americhe, in via Cadorna. Si parlerà della carne di Pezzata Rossa, con gli interventi di Edi Piasentier, responsabile del Laboratorio di Analisi Sensoriali del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali e docente di zootecnia speciale all'Università di Udine, i rappresentanti della Anapri, l’Associazione Nazionale Allevatori di Pezzata Rossa Italiana e i dirigenti dell'Istituto Stringher di Udine.
Gran finale per GustiBlog!, la rassegna organizzata dal Comune in collaborazione con lo studio giornalisti associati Area12 di Gorizia, l’Accademia della Cucina Italiana e l’Ersa. Nell'Arena Sant'Antonio, alle 12, Roberto Zottar, delegato provinciale dell’Accademia, tesserà le lodi e racconterà l’affascinante storia dello “Strucolo in strazza, un glocal ante litteram”. Il suo intervento sarà accompagnato da una degustazione dell’originalissimo dolce proposta dall’Agriturismo Stekar Sonia.  La sede del’Ersa, Casa Sticsa in via Rastello, accoglierà dalle 10 l’Enoteca Regionale, mentre dalle 12 alle 13 la Sommelier Master Class Adua Villa farà da padrona di casa nel Talk-show Donne come noi, a cui prenderanno parte le imprenditrici del Collio. Nella sede del Palazzo municipale Mostra Bonsai “Antica Contea di Gorizia”.Non mancheranno le iniziative per i bambini. Al Kinemax alle 15 doppia proiezione a prezzo ridotto, ovvero a due euro: i più giovani potranno vedere i film Dragon trainer 2 e Planes 2 – Missione antincendio. Dalle 16 alle 19.30 in corso Verdi 54/A sarà riproposto lo spettacolo Trottolandia Spettacolo, corredato da laboratori con animatori per avvicinare i più piccoli alla lettura, tutto a cura della Libreria Voltapagina. Leggi anche A Gusti di frontiera con ERSA   e  Gusti di frontiera: si comincia giovedì  e Inaugurato Gusti di Frontiera 2014

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.