cibo, vino e quantobasta per essere felici

Grado in giallo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Non esserci è un delitto!  Dal 30 settembre al 2 ottobre il festival letterario dedicato al genere giallo-noir di Grado  

Al via la IV edizione di Grado in Giallo dedicata all’intreccio fra crimini e potere. Il 29 settembre l’anteprima del festival con Grado Giallo soundtrack e la Movie Chamber orchestra diretta dal Maestro Giorgio Tortora.

Vernice nel segno della musica, con l’ultimo dei concerti di “Musica a 4 stelle”,  con Grado Giallo soundtrack e la Movie Chamber orchestra diretta dal Maestro Giorgio Tortora.

In programma le più celebri colonne sonore, dai telefilm di Hitchcock, a La signora in giallo, intervallate dalle arie tratte dai più famosi film di Morricone e le canzoni interpretate da Rita Hayworth nel film noir Gilda riproposte da Cinzia Borsatti. Ad accogliere gli ospiti i ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Grado con il Vin d’honneur dell’assassino.

 

Venerdì 30 settembre si parte al Cinema Cristallo (ore 10 e ore 11) con un racconto dedicato a Margherita Hack per i bambini della scuola primaria, a cura di Damatrà. L’astrofisica triestina sarà poi protagonista alle ore 11 di un incontro con gli studenti sul tema “I gialli della scienza” nello Spazio Noir della diga N. Sauro, epicentro del festival. 

Proprio in questa sede GRADO GIALLO n. IV sarà aperta ufficialmente alle 16.45 con gli interventi delle autorità. Poi il primo appuntamento su “Crimini e potere: indagine sociale e letteratura poliziesca”, con Tommaso De Lorenzis, Leonardo Gori, Valerio Varesi, Grazia Verasani, Marco Vichi. Coordina il giornalista Alessandro Mezzena Lona.

De Lorenzis è il curatore del numero speciale di maggio della rivista “Micromega”, che affronta proprio il tema “Crimini d’establishment”, soffermandosi sul nuovo ruolo assunto dal romanzo giallo:  far emergere ciò che non funziona nelle nostre società. Alle 18 sempre nello Spazio Noir ancora un focus su “Crimini ambientali e politica” con Elisabetta Bucciarelli, Eraldo Baldini e Peppe Ruggiero.

Dopo il successo della passata edizione, incentrata su “misteri italiani ed ecomafia”, quest’anno il festival utilizza il giallo come strumento d’inchiestae lente d’indagine su una realtà densa di inquietanti misteri e manipolazioni. E in questo contesto, un particolare approfondimento sarà dedicato alla lezione di Leonardo Sciascia e Carlo Emilio Gadda, con tutte le sue declinazioni in campo letterario e cinematografico.

Il giallo  diventerà anche occasione di intrattenimento con la prima  “Cena con delittonel ristorante dell’Hotel Laguna Palace, e di approfondimento cinematografico con la prima serata di proiezioni al Cinema Cristallo (ore 21), intitolata “Delitti sullo schermo”. In programma “Il giorno della civetta” di Damiano Damiani con Franco Nero e Claudia Cardinale (1967) e “Un maledetto imbroglio” di Pietro Germi, sempre con la Cardinale (1958). La visione delle pellicole sarà introdotta da Daniele Terzoli de La Cappella Underground.

Informazioni e programma completo sul sito www.gradogiallo.it  www.gradogiallo.it e Facebook: www.facebook.com/gradogiallo).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.