cibo, vino e quantobasta per essere felici

Fiesta tas Corts a Ravascletto

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Festa nei cortili a RavasclettoFesta nei cortili a Ravascletto

I piatti della tradizione carnica per gli ospiti non sono preparati da chef ma dalle donne di Ravascletto che cucinano vecchie ricette di famiglia. Ciò avviene il 23 agosto 2015 alla Festa nei cortili. Le donne del paese aprono per l’occasione le loro case e offrono ai visitatori antichi piatti che ciascuna di loro ha imparato a cucinare dalla madre e dalla nonna e quindi – pur essendo simili come base – variano da casa a casa e presentano, di volta in volta, mille sapori diversi, frutto dei piccoli segreti che ogni cuoca conserva gelosamente.

Il piatto più noto, e anche il più ricco di varianti, è costituito dai cjarsòns, una sorta di agnolotti con ripieno dolce a base di ricotta, conditi con burro fuso e ricotta. Come i gnòcs e le agnes, i cjarsòns erano un tempo piatti speciali, che venivano preparati solamente in occasione dei grandi giorni di festa.

Ma a Ravascletto potrete gustare anche  polenta, che da queste parti si usa accompagnare con il frico.  Ci sono poi mèsta e busa (polenta tenera, condita con burro fuso, con salsiccia e ricotta), il mignestròn (con le sue infinite varianti di verdure), le cartufules e radic (patate e radicchio, conditi con lardo).


 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.