cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Concerto di fiati a Precenicco, con la soprano Giulia Della Peruta


Ultimo appuntamento per la Festa della Musica, organizzata dalla Nuova Banda Comunale S. Cecilia di Precenicco per festeggiare il 35° di fondazione. Sabato 14 maggio 2016 alle 20.45 all’Auditorium Comunale di Precenicco è in programma il concerto dell’Orchestra di Fiati Val Isonzo, diretta da Fulvio Dose,  con la partecipazione della soprano Giulia della Peruta. L’Orchestra “Val Isonzo” è costituita da una sessantina di studenti ed ex studenti, provenienti principalmente dai conservatori e dalle scuole di musica del Friuli Venezia Giulia. La soprano Giulia Della Peruta, classe 1986, è diplomata al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine al Triennio Sperimentale di canto col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Nel 2009 ha frequentato in Germania la Opernschule della Musikhochschule di Mannheim sotto la guida della regista Jutta Gleue. Collabora abitualmente con la “Fondazione Pavarotti”. A luglio 2016 debutterà al Teatro La Fenice di Venezia nel ruolo di Ortensia ne la “Mirandolina” di Martinu. A dicembre sarà di nuovo Genoveffa per il Massimo di Palermo. Ingresso libero. Info: www.anbimafvg.it

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni