cibo, vino e quantobasta per essere felici

Cjarsons protagonisti a Sutrio

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Domenica 8 giugno a Sutrio protagonisti sono i Cjarsons con le ricette della tradizione. Dieci ricette, dieci diversi modi di preparare e gustare i famosi ravioli carnici, per celebrare tutta la varietà della cucina locale. La festa è organizzata dalla ProLoco di Sutrio in collaborazione con il Comune e con l’albergo diffuso “Borgo Soandri”. Giunta alla sua seconda edizione, la manifestazione si inserisce tra le attività promosse dal consorzio turistico Carnia Welcome e punta a valorizzare il tipico raviolo carnico riscoprendone le origini e le diverse ricette. Presenti sul territorio in oltre 50 versioni dolci e salate, i cjarsons sono un piatto “povero” della cucina carnica che si presta a molte interpretazioni culinarie. La festa di Sutrio metterà a confronto dieci ricette provenienti da altrettanti paesi del comprensorio montano, che rappresentano dieci diversi modi di preparali e gustarli: dai cjarsons di Ravascletto, ripieni di mele, cipolla, uvetta ed erbe aromatiche a quelli di Ligosullo, che mescolano patate, prezzemolo, menta, melissa e cannella. Dalla versione di Treppo Carnico, preparata solitamente nella notte dei Santi, a quella di Priola (Sutrio) messa in tavola per la festa dell’Immacolata. Ci sono poi le ricette di Cercivento, Paluzza, Paularo e di tre diverse frazioni di Arta Terme che mescolano ingredienti dolci e salati  con spezie saporite. Le degustazioni saranno allestite nelle vie di Sutrio, e ogni variante sarà accompagnata da un vino friulano selezionato. Gli stand apriranno domenica alle 10 e chiuderanno alle 20.

Leggi anche I cjarsons (Krofn) di Timau


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.