cibo, vino e quantobasta per essere felici

Chi vincerà il Museto d'oro 2020?

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Premessa: museto è scritto correttamente - in dialetto veneto - con una t sola. E tutto veneto è l'evento. Venerdì 17 gennaio 2020 si celebra il maiale alla Caneva dei Biasio, sede storica dell’Ingorda Confraternita del Museto. Al via la terza edizione del premio.  Il 17 gennaio è la festa di Sant’Antonio Abate, patrono dei norcini e protettore dei macellai, molto venerato nelle zone rurali italiane. E non a caso, esattamente due anni fa, in questa data, è nata a Riese Pio X, nel Trevigiano, nell’azienda vinicola La Caneva dei Biasio, l’“Ingorda Confraternita del Museto”, finalizzata a tutelare la storia e la tradizione dell’insaccato fatto col muso di maiale. In questi giorni stanno arrivando decine di candidature per iscriversi al concorso della Confraternita, il “Museto d’Oro” è un riconoscimento davvero autorevole per le piccole produzioni locali.

Chi vuole partecipare può scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero 346 3090181. Ricordiamo che sono anche iniziate ad arrivare le prime adesioni per la cena-evento con show e degustazioni, l’appuntamento è molto atteso e non sarà possibile ospitare più di trecento persone. La festa del museto, raduno ufficiale annuale dei soci della Confraternita, avrà inizio alle19.30 di venerdì 17 gennaio alla Caneva dei Biasio (via Cendrole 7, Riese Pio X, Treviso) e prevede una cena di museto, pasta e fagioli e vino abbinato (il costo è di 25 euro su prenotazione al numero 0423 483153).


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.