cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

C'è un gambero sullo stemma del comune di Amaro

Lo sapevate? Lo stemma del comune di Amaro in Carnia  ha in effigie un gambero di fiume. Amaro era conosciuto infatti in passato per l’abbondante presenza di gamberi d’acqua dolce nelle acque del Tagliamento (in zona lo chiamavano "la rude bestie".  La manifestazione del 5, 6, 7 agosto, la festa del Gambero appunto, ha quindi l’obiettivo di mantenere il ricordo della tradizione di questo crostaceo d’acqua dolce. “I gamberi che vi saranno serviti, spiega Aldo Boria, presidente della Pro Loco, non provengono oggi dalle nostre acque ma sono di qualità scelta. E in sagra ci saranno anche piatti tipici della Carnia come il frico con le patate. Molta musica per fare festa insieme. E un grazie ai tantissimi giovani che sono così attivi nella Pro Loco!”.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)