cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Bagna Cauda Day per chi non ha la puzza al naso

BAGNA CAUDA DAY: 150 locali aderenti con cuochi e cuoche proporranno la loro Bagna Cauda: dal ristorante stellato alla trattoria di paese, la vineria e la cantina sociale, il locale di tendenza e quelli ancorati alla tradizione.
6 paesi del mondo coinvolti. 15 mila posti a tavola complessivi. 3 le versioni: “Come Dio comanda” (tradizionale), “eretica” (con poco aglio), “atea” (senz’aglio). 25 euro: il prezzo fisso della Bagna Cauda uguale in tutti i locali, compresi dolce e caffé. 8 euro è il prezzo promozionale del vino a bottiglia direttamente dai produttori aderenti. Per sapere qual è la ricetta originale depositata leggete Tornano i giorni della bagna cauda, qui la ricetta depositata


Gli organizzatori del Bagna Cauda Day che si festeggerà il 25, 26 e 27 novembre 2016 non hanno dubbi. L’evento si annuncia in forte crescita e si prevede che saranno servite almeno 15 mila porzioni. Un record annunciato di partecipazione e di condivisione che, partendo da Asti, si è esteso in questi quattro anni a gran parte del Piemonte con significative adesioni nel Monferrato da Costigliole a Casale dall’Ovadese alla Langa, dal Roero a Torino.

La festa arriva anche in Liguria e raggiunge locali a Berlino e in Costarica, dall’Australia all’Isola di Tonga, nel cuore del Pacifico.   La formula del successo è certamente costituita anche dal prezzo: bagna cauda più un dolce e un caffé a 25 euro a commensale e quello del vino a 8 euro a bottiglia. “E’ un elemento di certezza che favorisce i tantissimi che arrivano da lontano, soprattutto i giovani, che sono a sorpresa grandi frequentatori della nostra festa” commentano gli organizzatori.

Nuovo lo slogan che appare sul bavaglione in stoffa che sarà dato in omaggio ad ogni bagnacaudista, affidato alla graffiante penna di Antonio Guarene che ha  disegnato un puttino con la cornucopia che versa acciughe, aglio e verdure nel classico “fujot” con il motto: “Siamo tutti nella bagna”. Un tocco di evidente attualità.

 

DOMENICA 20 NOVEMBRE IL PREMIO “TESTA D’AJ” A GUIDO CERONETTI

IL PREMIO “TESTA D’AJ”  assegnato a chi nella vita ha dimostrato di saper andare con tenacia e fantasia controcorrente e di non temere di ritrovarsi “fuori dal coro” sarà assegnato allo scrittore e drammaturgo Guido Ceronetti che a 89 anni tornerà nell’Astigiano dove ebbe tra i suoi amici più cari Arturo Bersano, l’imprenditore vinicolo di Nizza Monferrato tra i primi a dare un valore culturale alla bagna cauda.

La cerimonia di consegna del premio (una artistica riproduzione di una testa d’aglio realizzata da Marco Ari) è prevista per domenica 20 novembre alle 17,30 nel salone d’onore di Palazzo Ottolenghi.

BAGNA CAUDA MARKET IN PIAZZA MEDICI. Attorno ad antico ballo a palchetto saranno allestite le bancarelle del mercato in collaborazione con la Camera di commercio, la Coldiretti e i mercati della Terra di Slow Food: verdure, acciughe sotto sale e fritte al momento, olio di nocciole, olio extravergine d’oliva dalla Liguria, ogni altro prodotto legato al mondo della bagna cauda.

Il mercatino sarà attivo dalle 15 alle 18,30 di venerdì 25, dalle 10 alle 18 di sabato 26 e dalle 10 alle 13 di domenica 27 novembre.

Sotto il tendone del ballo a palchetto ci sarà l’occasione per gustare aperitivi a base di vermouth piemontese proposto dalle aziende aderenti all’Unione industriale. Speciali aperitivi saranno anche serviti in cima alla Torre Troyana, dopo aver salito i 199 gradini che portano ai 43 metri di altezza.

LA MOSTRA ALL’ENOTECA LA BUTA

Il Bagna Cauda Day vedrà anche una mostra a firma del pittore Paolo Viola che ha dedicato i suoi quadri alle  acciughe e ad altre verdure da bagna cauda ospitata all’enoteca La Buta di via Incisa 16.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni