cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Al suon dei Piffari al Castello di Gorizia

E' bello ed è gratis. Segnatevi subito quindi l'appuntamento del 14 giugno 2018. Si svolge al castello di Gorizia con inizio alle 21 il concerto inaugurale della Rassegna di Musica Antica e Musica Cortese organizzata dal Dramsam. "Al suon de Piffari” , eseguito dall’ensemble “Alta Cappella la Pifaresca”, è la musica che sottolineava ogni celebrazione pubblica, sia sacra che profana, tra Medioevo e Rinascimento.  Alle 20 visita guidata gratuita all’esposizione di strumenti storici “Theatrum Instrumentorum”.  Alla conclusione del concerto ci sarà un buffet storico. 

Un Festival prestigioso, sottolinea l'assessore alla Cultura e allo Sviluppo Turistico del Comune di Gorizia Fabrizio Oreti, "Il Castello ha il suo fascino a tutte le ore e per tutto l’anno, ma di sera è decisamente più suggestivo e la musica cortese saprà creare un'atmosfera irripetibile".  

Secondo appuntamento sempre a Gorizia, giovedì 21 giugno 2018, nella Sinagoga, alle 20, con la visita guidata al tempio in stile barocco e alle 21 sconcerto dell’ensemble “Lucidarium” con “Gerusalemme sull’Isonzo”, musica ebraica rinascimentale a un crocevia culturale.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni