cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

A Udine vetrina regionale delle bande


La Rassegna Bandistica Regionale è arrivata alla 36° edizione. Appuntamento a Udine sabato 26 settembre 2015 dalle 16.30. Sfilata a partire da Piazza XXVI Luglio, via Poscolle, via Cavour per concludersi in Piazza Libertà, dove le 9 formazioni bandistiche suoneranno una di seguito all’altra un brano musicale a libera scelta. Alle 17.30 il saluto delle autorità e poi il concertone finale con in programma Il Piave, Europa Mars, Longstreet Dixie, Alpen Fest Villotte e per finire l’Inno di Mameli. Le bande che si esibiranno per la 36ma edizione della Rassegna Bandistica Regionale sono: La Filarmonica “L. Mattiussi” di Artegna, la Filarmonica di Bagnarola (Sesto al Reghena, Pordenone), la Banda “G. Rossini” di Castions di Strada, la Banda Città di Cividale del Friuli, la Filarmonica Colloredo di Prato, la Banda giovanile di Pavia di Udine, la Filarmonica di Pozzuolo del Friuli, la Filarmonica di Valeriano (Pinzano al Tagliamento, Pordenone) e la Filarmonica di Valvasone (Pordenone).

«La Rassegna Regionale per noi rappresenta un momento di festa – sottolinea  il presidente dell'Anbima FVG Eugenio Boldarino – e di aggregazione non solo tra i musicisti, ma anche con l'intera città. E' inoltre un appuntamento per dimostrare il lavoro che viene svolto durante l'anno all'interno delle formazioni bandistiche dei vari comuni e nelle scuole di musica, una sorta di vetrina delle bande».

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Gli articoli più letti degli ultimi sette giorni:
(questa finestra si chiuderà automaticamente entro 10 secondi)