cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

A Cormons c'è la festa dell'uva

Cormons, capitale isontina del vino, una festa antica, ogni anno, dal lontano 1938, celebra agli inizi del mese di settembre la vendemmia. E con essa la più tipica risorsa economica del Collio: l’UVA. La regina dei frutti che consente di produrre, grazie alle mani e al cuore dei vignaioli, i rinomati vini che tutto il mondo apprezza. La festa dell’uva è una festa popolare e molto sentita che si articola in diverse sezioni lungo le vie del centro cittadino: degustazioni di vini, appuntamenti gastronomici, laboratori, sport, musica. E con l’attrazione più attesa e coinvolgente, la sfilata dei carri allegorici a tema, accompagnati da mini carri e da folti gruppi di giovani allegri e spensierati.  Le date della festa dell'uva edizione 2016 sono i giorni 2, 3, 4 settembre. Il programma è davvero fitto di eventi. Da segnalare l'anteprima di giovedì 1 con la degustazione di Tocai 2005- Friulano 2015 guidata da Alessandro Scorsone e il convegno di sabato Collio-Brda patrimonio Unesco.

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni