cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

è bello ed è gratis

Paesaggio FVG nel documentario

Al Visionario di Udine tre appuntamenti – giovedì 15 e 29 novembre e 13 dicembre 2018 alle ore 20.30 - alla scoperta del nostro territorio: Carlo Gaberscek, giornalista e studioso di cinema, accompagnerà nella visione di questi straordinari documenti audiovisivi raccolti, restaurati e digitalizzati dalla Cineteca del Friuli. Tutte e tre le serate saranno a ingresso libero. Il paesaggio del Friuli Venezia Giulia nel documentario cinematografico - questo il titolo del progetto - si concentrerà su materiali visivi girati in pellicola a Udine, in Friuli e a Trieste tra il ‘49 e il ‘69: opere di cui apprezzeremo il valore storico-documentario, in quanto realizzati in epoca relativamente “antica”. La prima serata vedrà in particolare proiettati documentari del cineasta udinese Antonio Seguini de Santi e del regista Giorgio Trentin, recentemente scomparso. Il lavoro di Antonio Seguini sarà ricordato con Carnia mistica (1956), Ritorno (1958), Forum Iulii (1962), Lignano (1963), ai quali il cineasta udinese ha lavorato come direttore della fotografia o come regista e che appartenevano al glorioso Cineclub Udine fondato nel 1953, attorno a cui si erano raccolti i più attivi filmmaker friulani. Di Trentin saranno proiettati quattro documentari girati in regione fra la metà degli anni '50 e la fine degli anni '60: Claut (1965), Dongje il fogolar (1962), Le bande di Orzano (1963) e Architettura rustica in Carnia (1969). Evento organizzato dalla Mediateca Mario Quargnolo in collaborazione con La Cineteca del Friuli. Maggiori informazioni QUI consultare il sito , la pagina facebook.com/VisionarioUdine o contattare il numero 0432/227798.

 

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni