cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Le vincitrici della tiramisu world cup 2018

Si è chiusa la Tiramisù World Cup 2018. A trionfare nella finalissima per la ricetta tradizionale originale è stata Diletta Scandiuzzi (34 anni), cantante lirica di Treviso, mentre per la ricetta creativa ha vinto Francesca Piovesana (44 anni), fisioterapista di Casier, che ha aggiunto zenzero e cannella. E’ stata una grandissima festa per tutti i partecipanti e per il folto pubblico che è accorso ad assistere alle gare. Fra i sessanta semifinalisti che avevano superato le selezioni di Conegliano, Pieve di Soligo e Valdobbiadene, solo in sei erano giunti alla finalissima, tre per la ricetta originale e tre per quella creativa. Una sfida quasi tutta in rosa con cinque donne e un solo uomo a contendersi i due ambiti titoli di Campione del Mondo di Tiramisù 2018 e Campione del Mondo di Tiramisù creativo 2018. «Mi pare di essere in un sogno - dice Diletta Scanziuzzi - . E’ un hobby che mi ha portata fin qui, già essere arrivata in finale era una vittoria». «Mi sono divertita un sacco è un’emozione bellissima: ho partecipato per gioco ed è andata benissimo».

Al secondo e al terzo posto: Moira Bardini di Ponzano Veneto, e Lisa Luison di Scorzé per la ricetta tradizionale; per la ricetta creativa: Franco Norbiato di Spinea e Gioia Zaghini di Cesena. «Un grazie di cuore a tutti per questa incredibile edizione - dice Francesco Redi di Twissen, organizzatore della TWC - .  La giuria finale era composta da Roberto “Loli” Linguanotto, “padre nobile” del Tiramisù, Andrea Ciccolella, Campione della TWC 2017, Matteo Berti, direttore didattico di ALMA, Angelo Gala della FICGP, Dania Sartorato di FIPE, Federico Caner, assessore della Regione Veneto, Lavinia Colonna Preti, assessore del Comune di Treviso. A sorpresa, a loro si è aggiunto il signor Giuseppe Vicenzi, nipote di Matilde e presidente della azienda che porta tuttora il nome della fondatrice. 

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni