cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

è bello ed è gratis

UN DI SCLÛSE. Dedicato a Pierluigi Cappello

Pierluigi Cappello ph: Romano MartinisPierluigi Cappello ph: Romano Martinis

Mercoledì 8 agosto 2018, alle 20.30, Chiusaforte saluterà il suo poeta Pierluigi Cappello con una serata di letture, aneddoti e musica. «Sono nato al di qua di questi fogli lungo un fiume / porto nelle narici il cuore di resina degli abeti / negli occhi il silenzio di quando nevica / la memoria lunga di chi ha poco da raccontare…». Pierluigi Cappello avrebbe compiuto 51 anni l’8 agosto. E proprio l’8 agosto, con una serata che vuole semplicemente essere affettuosa, lontana dalla solennità delle cerimonie pubbliche, la sua Chiusaforte ha deciso di ricordarlo. Anzi: di salutarlo. Di salutare Un di Sclûse attraverso letture, aneddoti e musica. L’appuntamento si svolgerà, a ingresso libero, nel Centro Scolastico “Manlio Amadori” e inizierà alle 20.30. Ideazione e organizzazione portano la firma del Comune di Chiusaforte assieme all’UTI del Canal del Ferro-Valcanale, al Consorzio BIM Tagliamento di Tolmezzo, al Consorzio BIM Drava di Tarvisio e al CEC di Udine.

Una poesia di Pier letta dai ragazzi di Chiusaforte e quattro dall'attore Manuel Buttus, che con il Teatrino del Rifo seguì Cappello nel viaggio anarchico e visionario dei Cercaluna. E i Cercaluna, il movimento culturale più scapigliato del Friuli, saranno fatti rivivere tra sorrisi e memorie “dietro le quinte” da Paolo Medeossi e altri amici. E la musica: quella degli FLK. A Chiusaforte ci saranno Stefano Montello e Cristina Mauro, accompagnati da Emanuel Donadelli e Chiara Trentin. La scaletta del live includerà la canzone che Cappello aveva scritto per gli FLK, Letare, l’inedito Questa libertà e, ovviamente, la magnifica Se il nero.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni