cibo, vino e quantobasta per essere felici

Acquista la copia digitale!

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

69esima Sagra del vino di Casarsa

Giunta alla 69esimaedizione la sagra del vino di Casarsa della Delizia. che si svolgerà dal 20 aprile al 2 maggio. I promotori della Pro Casarsa della Delizia, della città di Casarsa della Delizia e dei Viticoltori friulani La Delizia, insieme agli altri enti, aziende e associazioni coinvolte a partire dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, hanno organizzato un ricco programma che prevede tredici giorni di festa e oltre 140 eventi. L’inaugurazione ufficiale della Sagra è in programma domenica 23 aprile alle 17 nella sala consiliare di Palazzo Burovich de Zmajevich. Otto i chioschi enogastronomici gestiti dalle associazioni locali che proporranno il meglio dei piatti tipici della tradizione tra carne, pesce, frico e salumi: Corale Casarsese, Lenza Delizia, Libertas Casarsa, Vecchie Glorie, Il Disegno, Sas Casarsa, Amatori calcio Casarsa San Giovanni e Polisportiva Basket. Previste anche serate a tema De Gustibus per conoscere altre ricchezze gastronomiche del territorio.

CONVEGNI. Diversi e interessanti momenti di approfondimento nella serie di convegni ospitati nella sala consiliare di Palazzo Burovich de Zmajevich. Il primo sarà di argomento storico. Nel territorio friulano, Casarsa compresa, si beveva vino già dall’epoca romana: i più recenti ritrovamenti archeologici saranno al centro del convegno “L’arte del bere (in ogni circostanza) Il vino nel Friuli occidentale romano” il 21 aprile alle 17.30, con anche una sezione dedicata a “Origine ed evoluzione della cooperazione vinicola della Destra Tagliamento”. Il 25 aprile invece dalle 16 convegno dedicato al giardino del Palazzo: dopo l’esibizione del coro Spengenberg, si parlerà della coltivazione della rosa e della vite, del progetto Giardini aperti e del progetto di recupero dello stesso giardino di Palazzo Burovich de Zmajevich.

MERCATINI E AREA ESPOSITIVA. Da visitare il “polo dei mercatini” con l’area di via Menotti e via Risorgimento dedicate a bancarelle di hobbysti, fiorai, cooperative sociali e produttori agricoli locali in tre momenti speciali: il 22 e 23 aprile, il 24 e 25 aprile e dal 29 aprile al 1° maggio. Inoltre confermatissima l’area espositiva con 27 aziende negli spazi della cantina: una vetrina preziosa per farsi conoscere con le proprie novità proponendole alle migliaia di visitatori della Sagra.

PASOLINI E MOSTRE. La Sagra del Vino è anche cultura con una speciale mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini e altre tre esposizioni visitabili durante i festeggiamenti. Al Centro studi Pasolini mostra “Pier Paolo Pasolini: il volto icona” con le opere dedicate al grande poeta e regista realizzate da Claudio Vino e gli allievi del Liceo artistico Carlo Levi di Matera, introdotte dalla direttrice del Centro Angela Felice. Al vino è dedicata la mostra “Monotipi - Tra vigne e campagne nel Friuli di Pasolini” a palazzo Burovich de Zmajevich, con le opere delle allieve del corso di calligrafia, tenuto dall’artista Maria Grazia Colonnello che saranno inserite nella nuova guida turistica pasoliniana curata da Barbara Gambellin per la Pro Casarsa. Spazio infine alla pittura: Nada Moretto esporrà la sua personale “Petali e colori” a palazzo Burovich de Zmajevich e Beppo Zuccheri la sua “Opere su carta - Scarabocchi ermetici” allo studio Il Glifo di via Pasolini, con opere scelte dalle curatrici Vincenza Crimi ed Elisabetta Borean.

ARTE VEGETALE - FIORI AROMI COLORI. Il Giardino di palazzo Burovich de Zmajevich anche quest’anno diventerà un museo a cielo aperto grazie all’installazione di Arte vegetale a cura di Daniele Berto e Denis Girardi della fioreria Non solo fiori. Intrecciando i tralci di vite i due artisti hanno dato vita a figure uniche che s’inseriscono nello spazio del giardino e continueranno ad abbellirlo anche dopo la conclusione della Sagra del Vino, fino a quando il ciclo naturale non avrà consumato le sculture, seguendo i principi della land art. Insieme a esse la sfera geodetica dello scultore Enzo Morson, realizzata anch’essa con materiali naturali. Nello stesso spazio si svolgeranno dimostrazioni di antichi mestieri e dell’arte del bonsai all’interno di “Fiori Aromi Colori”, mercatino floreale che si terrà dal 22 al 25 aprile dal giardino fino a via Risorgimento.

LUNA PARK. Ogni giorno della Sagra del Vino le attrazioni del Luna Park divertiranno non solo i bimbi ma anche gli adulti. In più i gestori offriranno come da tradizione due speciali giornate con biglietti omaggio o a prezzo ridotto: Ragazzinfesta si svolgerà il 27 aprile e il 2 maggio.

ARTISTI DI STRADA. La Sagra del Vino per la gioia di grandi e piccini è anche un piccolo festival degli artisti di strada (collegato al progetto annuale della Pro Loco “In strada con gli artisti”), con l’esibizione di undici di loro in altrettanti spettacoli nell’area festeggiamenti: Ratatuie (22, 24 e 29 aprile), i madonnari Pillan e Bogoni (24, 25 aprile), Gli amici dei cartoni animati con il Progetto giovani (23, 25, 27 aprile), Cabacirkus (23 aprile), Teatro Moro - Airship Pirate (23 aprile), CircoVolante (25 aprile), Trabuk Show (25 aprile), Clown Barabba (30 aprile), Sblattero - A ruota libera (30 aprile), Pallotto - Show - Allok! (1 maggio), La Sbrindola - Shock’em all (1 maggio).

CONCERTI E SPETTACOLI. Spazio anche alla musica durante la Sagra del Vino 2017. Il 21 aprile il palco della piazza sarà aperto dal concerto tributo ai Pink Floyd dei Pink Day. E poi il simpatico Ruggero de I Timidi che torna a Casarsa il 22 aprile al teatro Pasolini con il suo spettacolo “Spruzzi di gloria” (a cura di Produzioni Timide) e le esibizioni, di nuovo in piazza Italia a ingresso libero, della band marchigiana Capabrò (22 aprile), Living Dolls rock band al femminile (23 aprile), The Dunnos nel consueto spazio musicale del Progetto Giovani insieme all'Avis Casarsa San Giovanni per i suoi 55 anni (24 aprile) e Black Sunshine rock blues band (25 aprile) solo per citare il primo fine settimana.

Il brindisi degli organizzatoriIl brindisi degli organizzatori

ORGANIZZATORI La Sagra del Vino è organizzata da Città di Casarsa della Delizia e Pro Casarsa della Delizia insieme con i Viticoltori Friulani La Delizia e in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ersa e PromoTurismoFvg. Main sponsor Friulovest Banca, Coop Casarsa e Ambiente Servizi. Patrocinata da Associazione nazionale Città del Vino, Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia e Consorzio Pro Loco del Sanvitese e Sil.
Gli appuntamenti podistici della Sagra del Vino sono organizzati dalla Città di Casarsa della Delizia e dalla Pro Casarsa della Delizia insieme a Libertas Casarsa, Fidal, Atletica Coop Casarsa San Martino al Tagliamento e il patrocinio della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia - PromoTurismo Fvg. Il tutto in collaborazione con Comune di Valvasone Arzene, Pro Loco di San Lorenzo, La Beorcja, Cjaminà ridint, Associazione cinofila Casarsa della Delizia, Associazione Il Disegno e Quelli della notte più il prezioso sostegno dei main sponsor Viticoltori friulani La Delizia, Friulovest Banca e Coop Casarsa. Assistenza sul percorso grazie anche ai volontari dell’Avis comunale Casarsa-San Giovanni, Gruppo Ana di Casarsa San Giovanni e Gruppi comunali della Protezione civile.


Programma completo QUI



Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni