cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Franciacorta in Bianco

La civiltà del formaggio rigenerata dal lavoro dei giovani è tra i temi di apertura di Franciacorta in Bianco, la rassegna di Castegnato (Bs) che fino all'8 ottobre 2017 porta alla ribalta il meglio della produzione casearia nazionale e non solo. La rassegna si è aperta ufficialmente  venerdì 6, preceduta da un convegno organizzato da Coldiretti che ha affrontato il rapporto tra i giovani e l'agricoltura. Tra le diverse testimonianze anche quella di Cinzia Anibaldi, allevatrice di San Severino Marche, che ha visto la sua azienda danneggiata dal terremoto. La rassegna ha un focus sui grandi formaggi di montagna, espressione di una civiltà che ha tratto la propria forza dalle difficoltà, e delle nuove strade che i giovani sono capaci di trovare. Sarà però una Franciacorta in Bianco anche delle piccole eccellenze da scoprire, dall’aglio rosso di Nubia alla 'nduja di suino nero, dalla bottarga di muggine ai bigoli di Bassan, che affiancheranno gli oltre duecento differenti formaggi che sono il cuore della rassegna. 

Il vino a sua volta offre assaggi unici, dal valdostano Petit Arvine all’ancor più raro Sciacchetrà, poi Perricone, Nero di Troia e così via. Ci sarà anche la cucina spettacolo con Sergio Barzetti e Paolo Massobrio (sabato ore 17) volti della Prova del Cuoco e gli appuntamenti per gli appassionati di formaggio curati dagli esperti dell’Onaf.

Per chi volesse gustare anche la cucina con il formaggio, è aperta nel terzo padiglione l’Osteria Golosa che nel menù, a ogni piatto, prevede proprio il formaggio.

Qui il programma completo della tre giorni  Ingresso: 3 euro, ridotto 2. Ingresso libero per i minori di 12 anni. Orari:  sabato 7 ottobre dalle 9,00 alle 23,00 domenica 8 ottobre dalle 9,00 alle 20,00.

 

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Informazioni