cibo, vino e quantobasta per essere felici
EmailStampa questo articoloEsporta ICS

Viva la verza

Evento

Titolo:
Viva la verza
Quando:
Dom, 21. Gennaio 2018
Categoria:
Evento culinario
Creato da:
Fabiana Romanutti

Descrizione evento

Chi l'avrebbe mai detto che la verza sarebbe diventata un prodotto celebrato, a cui dedicare una festa? Eppure così è. Da anni a Feletto Umberto si celebrano i fasti di quest'ortaggio della famiglia Brassica Oleracea. E domenica 21 gennaio 2018 ci sarà anche un concorso culinario: sarò presidente di giuria e quindi vi racconterò in dettaglio le ricette più golose e curiose. L'invito è di venire a Feletto Umberto per partecipare ai numerosi appuntamenti in programma: 18a Fiera Sant’Antonio Abate. 1° concorso gastronomico : La Verza, ma non solo, amica della salute. Alle 10,00 Piazza Libertà e Villa Tinin: in collaborazione con la società Udine Mercati srl distribuzione della verza con offerta libera, il ricavato sarà devoluto in favore della L.I.L.T. Alle 10,30 nella Chiesa parrocchiale di S. Antonio Abate: Santa messa accompagnata dal coro “Sot il Bulâr”- benedizione e distribuzione del pane di S. Antonio. Alle 11,30 Piazza Libertà e Villa Tinin: degustazione a base di verza; in collaborazione con il Gruppo Artistico Cormor bocconcini e prodotti di norcineria qualificata, per i più piccoli dolci confezionati e cioccolata.

Ore 11,30 Villa Tinin: inizio 1° Concorso Gastronomico “La Verza (ma non solo) Amica della Salute” - presentazione concorrenti. In giuria, insieme a me, ci saranno Stefano Basello chef Là di Moret, Giovanni Arpino presidente L.I.L.T Udine e il giornalista Bepi Pucciarelli organizzatore della manifestazione. 
Alle 16,30 • Villa Tinin: Marisanta di Prampero de Carvalho svolgerà una relazione sulla vita del Santo basata su scritti della biblioteca di famiglia in collaborazione con il “Centro Culturale Settetorri per il Terzo Millennio”
Alle 18,00 Villa Tinin: Premiazione del 1° concorso “La Verza (ma non solo) Amica della salute”. 

E' stata – sostengono con orgoglio alla Pro Loco CIL di Feletto Umberto – la prima festa del terzo millennio, quantomeno in Friuli: era il gennaio del 2001, infatti, quando per la prima volta è stata innestata sulla tradizionale ricorrenza del Patrono, Sant'Antonio Abate (che si celebra il 17 gennaio) la “Festa della verza e degli ortaggi invernali”. Il tema era d'attualità, allora come oggi: la verza (e, in generale, le altre Brassicacee: cavolo, cavolfiore, broccoli e molto altro) ha proprietà benefiche sull'organismo umano, ricca com'è di vitamine e antiossidanti. Per la 18ma edizione, il nuovo direttivo della Pro Loco, guidato da Giulia Romano, ha modificato il “format”: clou della Festa non sarà infatti il tradizionale convegno del sabato mattina, nel quale si è a lungo parlato (e scritto) in questi anni, di verza e dintorni tra agricoltura, cucina, salute, storia, poesia, raccogliendo poi il tutto in un volume pubblicato nel 2016. Per dirla in termini calcistici, si passerà dalla verza “parlata” a quella “giocata”, con il primo concorso gastronomico sul tema “La Verza, ma non solo, amica della salute”. Venti cuochi non professionisti (casalinghe e casalinghi) hanno risposto al bando. E domenica presenteranno le loro creazioni culinarie. 


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.