cibo, vino e quantobasta per essere felici

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informazioni sui cookie

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Attraverso i cookie possiamo personalizzare la tua esperienza utente e studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Cookie Policy

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

EmailStampaEsporta ICS

Chocofest a Gradisca

Evento

Titolo:
Chocofest a Gradisca
Quando:
Ven, 24. Novembre 2017 - Dom, 26. Novembre 2017
Categoria:
Evento culinario
Creato da:
Fabiana Romanutti

Descrizione evento

Presentata all’enoteca regionale “La Serenissima” di Gradisca d’Isonzo la ventesima edizione di Chocofest.  Presenti i tre sindaci che in questi hanno hanno vissuto il Chocofest in prima persona: Linda Tomasinsig, il cav. Gianni Fabris e Franco Tommasini, oltre al consigliere regionale Diego Moretti.  La regia dell’incontro è stata affidata a Walter Filiputti, presidente del consorzio “FVG Via dei Sapori”, recentemente nominato anche docente del corso di “Gestione del turismo culturale e degli eventi” all’Università degli Studi di Udine. qbquantobasta ovviamente presente per documentare l'evento ai suoi lettori. 

Tre chef, rispettivamente dei ristoranti “La Torre” di Spilimbergo, “Al Ponte” di Gradisca e “Al Paradiso” di Pocenia, hanno interpretato il cacao in versione inedita e innovativa. “Nei tre giorni di Chocofest, dal 24 al 26 novembre – ha spiegato Lucio Vittor, presidente dell’Associazione Fusi & Infusi - vogliamo mostrare ai nostri visitatori i metodi di lavorazione del cacao e, attraverso laboratori e workshop, offrire gli strumenti per riconoscere un prodotto di qualità e frutto di lavorazione artigianale. Proporremo il cibo degli dei sia nella versione tradizionale, sia in varie reinterpretazioni di ricette e lavorazioni.” 

Al termine della presentazione del programma sono stati consegnati i Choco Awards ai maestri cioccolatieri che hanno contribuito al successo della manifestazione. Premiato Giuseppe Faggiotto, per la sua costante e attiva ricerca delle più pregiate materie prime e maestro che, nella prima edizione di Chocofest, ha portato i laboratori in piazza; Ottavio Maritani, perché con professionalità si è sempre dedicato alla qualità rapportandosi con le eccellenze; Stefano Collaut, perché, con gusto, ha sempre saputo provocare; Mirco della Vecchia, perché, grazie ai suoi progetti di sostenibilità, il cacao è diventato dolce anche per le popolazioni produttrici; Adriano Loris Franz, per aver saputo trasmettere fantasia, creatività e passione per il cioccolato; Antonio Schettini, perché con la sua cioccolata calda ci ha scaldato i cuori; Piero Zerbin, cresciuto con Chocofest e sempre pronto a nuove sfide al fianco degli organizzatori; Fabio Valentinis, il cioccolatiere che ha saputo fondere il cioccolato con il territorio; Fabio de Visintini, per la sua ricerca ed innovazione: ha sfidato la chimica mescolando magicamente l’acqua e il cioccolato. 

Un riconoscimento a Marina Tuni per aver fatto sognare i più piccoli con la fiaba di Cioccolino, il bambino di cioccolato mascotte del Chocofest, ad Antonella Varotto, maitre chocolatier che ha racchiuso nel cioccolatino “Porta d’Oriente” la storia di Gradisca,  a Stefano Comelli per le magnifiche sculture di cioccolato. Per l’importanza didattica dell’alternanza scuola lavoro al Chocofest hanno sempre partecipato gli Istituti Scolastici del settore alberghiero con i loro allievi. Quest’anno l’associazione Fusi & Infusi ha voluto ringraziarli per quest’impegno ed ha consegnato loro un riconoscimento con le seguenti motivazioni: al Civiform perché presente già dalla prima edizione; all’ ISIS Stringher perché è operativa alla manifestazione a tutto campo e al Cefap perché quest’anno ha portato l’innovazione alimentare all’evento. 


La festa avrà inizio venerdì 24 novembre a partire dalle  17.00 nella piazza del Teatro e nel parco della spianata di Gradisca, in struttura coperta. Durante i tre giorni corsi, workshop, show cooking e degustazioni a ingresso gratuito. L’evento è organizzato dall’Associazione Fusi & Infusi con il Patrocinio della Regione FVG, ERSA, Promoturismo FVG, Comune di Gradisca, con il sostegno di “Gradisca è” e Confcommercio. 


Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.