fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Un anno di progetti e successi per il Gal Carso

5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Valutazione 5.00

GAL Konferenca NovinarskaGAL Konferenca NovinarskaSi è svolta il 17 dicembre 2021 nelle sale dell'Antico Caffé San Marco la  presentazione del bilancio di attità del Gal Carso. Numerosi i successi conseguiti, nonostante le difficoltà del momento. 

1) Il Gal Carso è stato insignito del riconoscimento “Slow Food Heros”. 

2) A marzo 2021 è stato pubblicato un bando, in collaborazione con PromoTurismoFVG, per selezionare tutte le esperienze turistiche attive presenti sul territorio per sostenere quelle più significative. Il calendario ha compreso più di 90 esperienza attive da giugno a ottobre del 2021.

3) A maggio è stato presentato il progetto “Ecomosaico del Carso”, dedicato a recuperare e mantenere 58 ettari di landa carsica grazie alla collaborazione tra aziende private e organizzazioni private e pubbliche. Capofila del progetto, finanziato dal PSR della Regione Friuli-Venezia Giulia, Misura 16.5.1., il Comune di Monfalcone. 

4) Sempre a maggio, in collaborazione con il comune di Muggia, hub del turismo sostenibile dell’Adriatico settentrionale, è stato pubblicato il bando destinato alla gestione dell'infopoint turistico. 

5) In data 23 giugno 2021 è uscito sul BUR FVG il Bando S10 del GAL Carso con budget di 812.000 € per sostenere lo sviluppo e l’innovazione delle aziende agricole e della trasformazione. 

6) Tourism matching. Il 28 giugno nell’Antico Caffè San Marco, in collaborazione con PromoTurismoFVG, è stata fatta incontrare l’offerta di esperienze turistiche attive del territorio con gli operatori turistici di Trieste, del Carso e di Muggia. 

7) A fine giugno è stato pubblicato online il video di promozione del territorio tra Carso, Istria e Trieste, video prodotto tra settembre 2020 e aprile 2021. 

8) In  luglio presentato un  bando, intitolato “Risistemazione fondiaria tramite trasferimento di best practice”, dedicato al recupero di terreni inutilizzati nella nostra area GAL cioè da tutto il Carso triestino e goriziano fino a Muggia e Dolina.

9) È stata una serata di festa nei vicoli e nelle calli istrovenete, a suon di bicchieri: venerdì 6 agosto a Muggia si è svolta ‘Malvasia in Porto’, con oltre 25 vignaioli locali e decine di ristoratori. 

10) Sempre in agosto bando di 330.000 € per la valorizzazione delle infrastrutture turistiche. 

 11) In ottobre nell’ambito del progetto Interreg ITA-AUT “Alpe Adria Trail’s Tale” di cui PromoTurismoFVG è Lead Partner, il Gal ha organizzato e gestito l'evento finale del progetto. 

12) Ottobre è stato caratterizzato anche dalle e bike. Con il supporto del Comune di Trieste, si è svolta una pedalata in occasione della giornata nazionale “Camminata tra gli olivi“, per promuovere il territorio , i produttori e la Via Bora, percorso ideato dal GAL per far apprezzare a residenti e turisti il meglio del territorio carsico.

13) A novembre si è svolta Okùs – Trieste Food Lab, nuova rassegna di cultura enogastronomica dedicata alla conoscenza e all’incontro tra i cibi provenienti da diverse località europee e i vini locali, organizzato dalla rete dei viticoltori Carso Kras e Slow Food Italia. Il GAL Carso ha organizzato la rassegna per la rete d’impresa Carso Kras.

14) A fine novembre nuova edizione della rassegna gastronomica e culturale Farmer & Artist con aperitivi agricoli e pranzo agricolo con i vini di Matej Skerlj.

15) A inizio dicembre l’Associazione dei viticoltori del Carso ha acquisito il 14% delle quote del GAL. 

16) Per concludere l’anno in bellezza, il GAL Carso è stato riconosciuto come “Slow Food Heros” per la sua iniziativa digitale “Trieste.Green”. Vengono riconosciuti ‘eroi’ da Slow Food quelli che hanno saputo «rafforzare il senso di solidarietà nell’epoca del Covid-19 e che hanno dato speranza per il futuro, tramite il cibo». 

Ora è ufficiale:  Il GAL Carso coordinerà il Gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT). I GECT sono stati creati per favorire la cooperazione transfrontaliera, transnazionale e interregionale tra gli Stati membri o le loro autorità regionali e locali. Il nuovo GECT rappresenta l’occasione per una regia comune nella gestione del territorio e la possibilità di un migliore utilizzo dei fondi EU per i progetti condivisi.

“Questo è il mio augurio per l’anno 2022, che la forza e la speranza mostrata in questi mesi comunque impegnativi e per certi versi difficili guidino le nostre scelte nel nuovo anno” ha dichiarato il presidente del GAL Carso David Pizziga che ha aggiunto:  “La resistenza che abbiamo mostrato, la capacità di lottare che non è mai venuta meno, la volontà di essere vicino ai nostri territori e ai nostri stakeholder ci restituisce ancora una volta la forza e la speranza per progettare un futuro migliore".

 

 

 


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata