fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

TriestEspresso Expo supera quota 12.500 visitatori con un +16% rispetto al 2014

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Il mondo in fiera. Questo è quello che si è vissuto nel Porto Vecchio di Trieste durante la tre giorni di TriestEspresso Expo 2016. Trieste Capitale del Caffè non è solo un marchio ma una realtà concreta. Il popolo del chicco si è dato appuntamento anche quest'anno alla fiera biennale internazionale più importante dedicata all'espresso. Espositori e visitatori provenienti dai cinque Continenti hanno fatto affari, parlato, analizzato, studiato il caffe, le novità e i cambiamenti che nel settore ci sono stati negli ultimi tempi.
L'obiettivo è stato raggiunto con un tasso di crescita in termini di visitatori del +16%, passando dai 10.782 visitatori del 2014 agli oltre 12.500 di quest'anno. Doppio record quindi, con 202 espositori e oltre 12.500 visitatori: un trend di crescita che si è percepito fin dal primo giorno di TriestEspresso Expo 2016.
Le ricadute per Trieste sono notevoli in termini di visibilità, conoscibilità internazionale ed economica. Su tali linee si è mossa Aries-Camera di commercio di Trieste assieme all'Associazione Caffè Trieste nel mettere a punto una edizione 2016 da incorniciare.

”Eventi specializzati qualità creano indotto per il territorio e danno grande visibilità a Trieste nel mondo. Ancora una volta di più è stato dimostrato quanto le manifestazioni specializzate portino grande valore in città - commenta il commissario straordinario della Camera di commercio di Trieste, Antonio Paoletti - e quanto sia necessario un contenitore polifunzionale stabile dove realizzarle. La fiera ha avuto degli ottimi risultati, ma ne ha guadagnato notevolmente Trieste. Tutte le maggiori aziende hanno convogliato qui i loro agenti, i migliori clienti, organizzando incontri e cene che hanno riempito hotel e ristoranti, fatto lavorare come poche volte accade taxi, agenzie di viaggio e trasporti. Insomma, eventi così portano lavoro e ricavi diffusi e vanno incrementate".

L'appuntamento con TriestEspresso Expo sarà tra due anni, nel 2018, auspicabilmente in Porto Vecchio, in quello che dovrebbe divenire il contenitore stabile delle esposizioni che nella città di Trieste, e il primo tassello davvero pulsante di un comprensorio che diventerà nei prossimi anni una parte fondamentale della città. E per arrivare a questo serve il contributo delle istituzioni, dalla Regione al Comune, all'Autorità Portuale".

Il vincitore della Espresso Italiano Champion non parla italiano, ma il coreano a dimostrazione che la globalizzazione e la cultura del caffè non hanno più confini. Due dei libri dei triestini Franco e Mauro Bazzara, "La filiera del caffè espresso” e
“Cappuccino Italiano Latte art” sono stati appena pubblicati in lingua russa, rendendo così dopo essere già stati editati in inglese, thailandese, cinese e a breve in spagnolo.

Un centinaio i giornalisti presenti in fiera e provenienti anche da Slovenia, Austria, Serbia, Croazia, Russia, Filippine, Stati Uniti, Vietnam Germania, Thailandia, Giappone, Inghilterra, Polonia, Repubblica Ceca, Australia Ungheria e Italia. "Abbiamo puntato sulla qualità dell'offerta: la forte selezione effettuata sul fronte degli espositori - ha commentato il direttore di Aries, Patrizia Andolfatto - ha elevato la qualità della manifestazione e degli stand allestiti. La forte attrattività delle imprese che esponevano hanno attirato operatori di settore particolarmente importanti".

TriestEspresso Expo è organizzata da Aries - Camera di Commercio di Trieste in
collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste, con il patrocinio dell’Autorità Portuale di
Trieste, il sostegno di UniCredit, e il supporto dell’International Coffee Organization, della
Federazione Italiana Pubblici Esercizi, dell’Italian Coffee Association, della Speciality
Coffee Association of Europe e dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano.

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata