cibo, vino e quantobasta per essere felici

Tiramisu day a Eataly ma non è il solo...

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Tiramisuday: il prossimo 21 marzo 2017 #tiramisuday in tutti gli Eataly del mondo si festeggerà uno dei dolci più famosi al mondo, con le ricette originali proveniente dal Friuli Venezia Giulia (Pieris e Tolmezzo) secondo le ricerche di Clara e Gigi Padovani, riportate nel libro Tiramisù – Storia, curiosità, interpretazioni del dolce italiano più amato.  Nel libro sono presentate per la prima volta anche le due ricette originali, il “Tirimesù o Coppa Vetturino” di Pieris  Quel fiol de Belzebù ga inventà el tirimesu e la coppa del vetturino e il Tiramisù dell’Hotel Roma di Tolmezzo.
La prima ricetta è rimasta segreta per 70 anni nelle mani della signora Flavia Cosolo, di Pieris (Go), figlia dello chef Mario, che ha proposto questo dolce nel suo ristorante “Al Vetturino” tra gli anni '40 e '50 del Novecento. Un tiramisu molto però  da quello ormai diffuso nel mondo. Si presenta in coppa e i suoi ingredienti sono: crema zabaione, panna montata, pan di Spagna imbevuto al Marsala secco e cacao in polvere.

La seconda ricetta “storica”, pubblicata nel libro è stata creata alle fine del 1950 all’Hotel Roma di Tolmezzo dalla cuoca Norma Pielli i cui figli l’hanno tramandata: è quella consacrata dalla tradizione, in teglia, a base di savoiardi imbevuti nel caffè e crema al mascarpone. Poi nel 1970 è stato codificato il “Tiramesù” de Le Beccherie Treviso, del tutto simile a quello di Tolmezzo, ma che ha saputo diffondersi in tutto il mondo.

Fonti storiche dimostrano però che la prima codificazione del Tiramisù risale al 1962, quando fu inserito tra i dessert à la carte proprio del ristorante Le Beccherie. “Un’iniziativa bellissima quella di Farinetti – commenta Paolo Lai, attuale patron de Le Beccherie – che porta  in primo piano il grande lavoro fatto da Gigi e Clara Padovani per far luce su un tema, quello della nascita del Tiramisù, che ancora oggi affascina critici e curiosi. In tutto questo però va ricordato che Le Beccherie ha giocato un ruolo importantissimo. La ricetta del nostro Tiramisù è l’unica ad essere stata depositata presso l’Accademia Italiana della Cucina e la forte presenza dei trevigiani nel mondo ha portato un contributo fondamentale alla diffusione di questo dessert in tutto il mondo. Il mio augurio è che questa iniziativa permetta di far conoscere tutta la storia del Tiramisù, coinvolgendo tutti coloro che, in qualche modo, ne hanno costruito un pezzetto”. 

Anche Eat's il food concept di Conegliano Veneto e Milano, coordinati da Tino Vettorello, nelle sue sedi nei prossimi giorni servirà tiramisu a gogo per sottolinearne la sua origine veneta.

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Commenti  

# Massimo Percotto 2017-02-06 14:42
A proposito di "Fonti storiche dimostrano però che la prima codificazione del Tiramisù risale al 1962, quando fu inserito tra i dessert à la carte proprio del ristorante Le Beccherie" ... preciso che la ricevuta del Ristorante Roma di Tolmezzo pubblicata sul libro di Clara e Gigi Padovani recante la scritta "3 Tiramisù" porta la data 13-12-1959. Ciò dimostra che era già codificato nel menu de "Il Roma".

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.