cibo, vino e quantobasta per essere felici

banner visita nostro shop on line

Strudel dolce glocal mitteleuropeo

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

la ricetta nella foto è della Trattoria al Ponte del Calvario di Goriziala ricetta nella foto è della Trattoria al Ponte del Calvario di Gorizia

La ricchezza di dolci tipici della città di Gorizia sia casalinghi sia di pasticceria ha pochi uguali e pochi territori possono vantare così tante specialità storiche locali. A Gorizia si trovano dolci del tutto sconosciuti a pochi chilometri di distanza dalla città in grado ancora di riflettere il carattere cosmopolita della zona: tra i più caratteristici si annovera “il” Strucolo in straza, come viene chiamato a Gorizia lo strudel dolce bollito avvolto in un canovaccio (“straza”). nella foto un estratto dall'articolo disponibile su qbquantobasta di febbraio Lo strudel classico ha origini nel lontano Oriente, ha come progenitore il baklava turco e, passando per Budapest e per l’Austria, è arrivato nel corso dei secoli fino alla Venezia Giulia dove ha messo radici; si è poi non solo adattato e integrato nella cultura gastronomica locale, ma anche evoluto in una pietanza bollita caratteristica. Siamo quindi di fronte quello che, con un neologismo di moda, si può definire un piatto glocal.

L’ingegner Roberto Zottar, Delegato per la provincia di Gorizia dell’Accademia Italiana della Cucina, Istituzione Culturale della Repubblica Italiana, racconterà la storia e il viaggio di questo dolce e spiegherà perché i cibi viaggiano come le idee, le cose e le parole. La cucina può raccontarci la storia di luoghi e di valori e i sapori, i saperi delle persone e i dolci in particolare rappresentano a Gorizia un punto di incontro di civiltà. Lo strudel, la cui prima attestazione del nome si trova in una ricette manoscritta del 1696 conservata nella Wiener Stadtbibliothek di Vienna, è certamente un classico esempio di contaminazione positiva nel mondo della alimentazione ed è da annoverarsi tra i dolci maggiormente diffusi nelle famiglie.

Per dare un’idea delle varianti locali di questo dolce, sia per impasto sia per ripieno, sono documentate ben cinquantasei varietà di strudel dolce presenti nelle valli e pianure attorno a Gorizia. Venerdì 17 febbraio, nell'ambito di Expomego 2017 Presentata Expomego 2017 alle 17.00, nel padiglione D, dopo la relazione storica di Zottar seguiranno delle dimostrazioni e presentazioni di ricette con ristoratori sloveni e italiani; in particolare la signora Sonia Stekar, dell’Agriturismo Stekar di Giasbana, dimostrerà al pubblico come realizzare uno “strucolo in straza”, dalla pasta al ripieno, fino alla chiusura nella “straza”. Il pubblico potrà poi degustare questo dolce caldo servito con burro fuso e cannella.

Leggi anche La vera storia della gubana goriziana al link La vera storia della gubana goriziana


Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.