cibo, vino e quantobasta per essere felici

Premio Ghin e show cooking a Marano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Domenica 11 dicembre Premio Ghin a Marano

Sarà festa dei sapori e delle peculiarità del territorio domenica 11 dicembre alle ore 11 alla ‘Pescaria Vecia’ di Marano Lagunare. E’ in programma infatti la consegna del 4.Premio Giornalistico ‘Valerio Ghin’ – La stampa per la valorizzazione del territorio. Ancora un’occasione di approfondimento sulle specificità della città della pesca del Friuli Venezia Giulia, ma anche della sua Laguna e dell’intera Riviera Friulana. Come

 

lo scorso anno, quando il Premio Ghin fu assegnato al critico enogastronomico, Edoardo Raspelli, anche stavolta l’evento rappresenterà il motivo per valorizzare i sapori, le prerogative, le potenzialità dell’area rivierasca. In particolare, sarà presentata l’Associazione Culturale no profit ‘La Riviera Friulana’, costituita la scorsa estate con l’obiettivo di implementare nell’area considerata la qualità dell’offerta del sistema enogastronomico e ricettivo rivierasco attorno a un marchio territoriale che si identifica con la Bassa Pianura Friulana.

Con il litorale e l’area rivierasca che si trova tra i fiumi Tagliamento e Isonzo e la fascia delle Risorgive. Ciò facendo seguito al convegno svoltosi sulla Terrazza a mare di Lignano Sabbiadoro lo scorso 4 agosto con il sostegno della Lignano Sabbiadoro Gestioni e della Cassa di Risparmio FVG. Sarà poi il ristoratore stellato Piero Zanini, de La Taverna di Colloredo di Monte Albano , dall’esperienza trentennale anche in forma associata, a introdurre l’argomento del ‘plusvalore della ristorazione e dell’enogastronomia di pregio per il territorio’.

Al biologo maranese, Aurelio Zentilin, toccherà trattare dei prodotti di base dei piatti tipici dei tre poli turistici di riferimento del litorale friulano: Lignano Sabbiadoro, Marano Lagunare e Grado. Piatti visti attraverso la tradizione di cucina con il presidente dell’Unione cuochi FVG Germano Pontoni. Il valore nutrizionale di questi tre elementi cardine della cucina locale, che debbono divenire il simbolo della ristorazione rivierasca, sarà dettagliato da Claudio Lucas. Mentre le opportunità per un turismo consapevole nella Riviera saranno esplicate da Chiara Meriani, vincitrice del Premio Ghin nel 2009.

Il focus sulle potenzialità e il potere attrattivo di Marano e dell’intera Riviera Friulana sarà curato da Luciano Barile, giornalista udinese, da trent’anni corrispondente dalla Germania per Il Sole 24 Ore, l’ANSA, e curatore di rubriche per gli emigrati italiani in Germania, sulla carta stampata e radiofoniche. Dopo la consegna del Premio, è previsto un coocking show, che replicherà l’azzeccata esperienza vissuta a Lignano in agosto al Convegno sulla Riviera Friulana. La degustazione, conseguente alla dimostrazione, sarà accompagnata dai vini delle tre DOC rivierasche, delle qualità Friulano, Malvasia, Pinot Bianco.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.