cibo, vino e quantobasta per essere felici

Capesante, cozze e tartufi di mare

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Capesante o cappesanteCapesante o cappesante

È il leit motiv della gastronomia istriana: la convivenza dei prodotti della terra e dei sapori del mare. Del resto la parte nord occidentale dell’Istria in Croazia è tutto un susseguirsi di villaggi di pescatori lungo le coste dell’Adriatico e di borghi incastonati tra le colline dell’entroterra. Ecco perchè sul finire dell’inverno si svolgono le Giornate dei frutti di mare, dal 10 febbraio al 23 marzo 2014.  Sul finire dell’inverno l’Istria nord occidentale offre un’altra delle sue prelibatezze più tipiche. Nei locali e ristorantini delle località di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie è il periodo ideale per assaggiare capesante, cozze, tartufi di mare, arche di Noè (o mussoli), canestrelli e ostriche.  Una vera esperienza culinaria anche per palati più raffinati! Il sapore al contempo delicato e intenso viene dal mare particolarmente pulito che permette l’esistenza di un ecosistema ricco e vario che caratterizza i fondali rocciosi e sabbiosi istriani. I frutti di mare vengono preparati secondo le antiche ricette dei pescatori: alla busara, con aglio, prezzemolo e pomodoro, o ancora arrostiti sulla griglia, cotti al forno o crudi, con il caratteristico olio di oliva locale e con il limone. In tutto sono una decina i ristoranti che partecipano all’evento e che per l’occasione metteranno a disposizione degli ospiti, oltre alla classica lista, un menu promozionale particolarmente vantaggioso con prezzi che vanno da 9,50 euro a 13,50 euro.


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.