cibo, vino e quantobasta per essere felici

Vitamina D: vista da vicino

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

anziani al soleanziani al sole

Vitamina D. In questa recente estate ricca di sole sicuramente molti di voi si sono fatti una buona scorta di vitamina D. I raggi solari contribuiscono infatti a farla sintetizzare dal nostro corpo. Altrimenti dobbiamo procurarcela attraverso il cibo. La carenza di vitamina D può essere infatti dannosa alla nostra salute! 

DOVE LA TROVO
Tra gli alimenti che contengono vitamina D ci sono: l’olio di fegato di merluzzo, pesci grassi come il salmone, l’aringa e il tonno, la si trova anche nel tuorlo d’uovo. Tuttavia, anche mangiare questi cibi non basta per raggiungere il valore ottimale di 50-100 ng/ml di vitamina D raccomandato dalle linee guida. Sono a disposizione comunque molti prodotti fortificati con vitamina D e integratori la cui assunzione può agevolare il raggiungimento dei valori raccomandati.

vitamina D dove si trovavitamina D dove si trovaA CHE COSA SERVE

Ma perché è cosi’ importante avere un corretto apporto di vitamina D? Le funzioni della vitamina D sono molteplici.  Tra le più importanti il controllo dell’assorbimento del calcio proveniente dal cibo, il rimodellamento osseo e il mantenimento della salute dello scheletro.

Leggi anche Gli aperitivi sono nemici della dieta?

 

 


Carenze di vitamina D sono infatti associate a problemi dell’apparato scheletrico come rachitismo ed osteoporosi. Per questo motivo la sua assunzione viene ancora più raccomandata per le donne in menopausa e gli anziani, a rischio di sviluppare malattie a carico del sistema scheletrico. Integratori con vitamina D sono utili per la prevenzione delle fratture.  La carenza di vitamina D può incidere anche sulla salute metabolica, predispondendo a malattie quali il diabete di tipo 2 e la sindrome metabolica; ed è stata anche associata a problematiche a carico del sistema immunitario, rendendo l’organismo più predisposto a infezioni e a malattie autoimmuni. Invece un giusto livello di assunzione porta beneficio a livello psichico, diminuendo i sintomi depressivi e migliorando l’umore.

autunno passeggiateautunno passeggiate

Il mio consiglio? 

Sfruttate la capacità del nostro corpo di sintetizzare questa vitamina attraverso l’esposizione ai raggi del sole, cercando di stare all'aperto un'ora al giorno, con mani e viso scoperti e possibilmente anche braccia e gambe fin che la  stagione lo consente. Buone passeggiate quind!i

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo