fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

Giornata Mondiale dell’Alimentazione - In che modo si sceglie un alimento?

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Indice articoli

 world food dayworld food day

In che modo si sceglie un alimento? Il 46% sceglie  in base alle calorie riportate sull’etichetta della confezione, altri (26%) leggono esclusivamente la voce “grassi”, mentre solo il 17% ne valuta in primis il valore nutrizionale. La scarsa informazione in ambito alimentare è data anche dalla scarsa conoscenza legata ad alcune parole chiave.  Per esempio i carboidrati per un 25% di intervistati sono unicamente la pasta mentre per il 16% sono i dolci. E che cos'è il metabolismo? Per il 31% è “qualcosa che fa ingrassare”. Altra nota dolente è la conoscenza del termine dieta: per il 48% vuol dire semplicemente ridurre la quantità di cibo, mentre solo il 28% ritiene che sia un regime alimentare che va variato e abbinato a uno stile di vita sano e corretto.

 

Dieta non significa privazione, ma riorganizzazione alimentare. 

 

 

E l'idratazione? Quasi sei su 10 (58%) scelgono l’acqua da bere in base al prezzo, mentre solo il 29% lo fa leggendo l’etichetta per scoprire alcune voci essenziali come residuo fisso, pH e presenza di minerali.

Quando bere acqua? Oltre la metà (52%) beve solo quando avverte lo stimolo della sete, mentre il 32% lo fa costantemente durante la giornata per mantenere l’organismo sempre ben idratato e raggiungere la dose giornaliera consigliata di  circa 2 litri al giorno. Un altro errore riguarda il consumare bevande zuccherate quando si ha sete (42%). “Per cercare di bere di più e con più gusto è possibile durante il giorno consumare the, tisane e bevande senza zucchero - spiega il dottor Fiocca – Due, tre al giorno equivalgono a 700gr di acqua”.  Altro dilemma: bere o non bere durante i pasti: solo il 22% lo fa, mentre quasi la metà (46%) preferisce bere prima di cominciare il pasto per sentirsi sazi e quindi mangiare meno. “Molti ritengono sia un errore bere acqua durante i pasti, ma ciò non è vero. Avere la giusta quantità di acqua nello stomaco favorisce la produzione di acido cloridrico e di conseguenza una buona digestione

Seguiteci ogni giorno on line e sui social! Lasciateci i vostri commenti!

Copyright © 2009-2021 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Stampa questo articolo