cibo, vino e quantobasta per essere felici

La Riviera friulana: 4° Premio Ghin

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Bassa friulana, addio. Ora c'è la Riviera. Friulana, naturalmente. Un nome decisamente più ricco di appeal, che comprende la linea di costa, le località classiche balneari estive ma anche le lagune di Grado e Marano con il fascino del silenzio, le barene, un mondo naturalistico ricco di suggestioni. E tutto il retroterra della terra di Risorgive. Dal Tagliamento all'Isonzo. Nel segno dell'acqua,

salata e dolce, un intero territorio vara un progetto di rilancio promozionale. Grazie all'associazione Riviera Friulana, ideata e voluta da Carlo Morandini, che oggi, a Marano Lagunare ha presieduto il convegno di approfondimento che ha preceduto la consegna del premio giornalistico Valerio Ghin a esponenti della stampa che con i loro articoli hanno valorizzato la Riviera Friulana, le sue peculiarità territoriali e le sue eccellenze enogastronomiche.

 

Il premio Valerio Ghin, ha spiegato Carlo Morandini, presidente dell'Arga FVG, vuole valorizzare la figura di un promotore enogastronomico che senza grandi clamori, è riuscito a mettere in rete una delle prime forme di associazione di carattere culturale finalizzata  promuovere il territorio di Marano Lagunare.

Affollatissimo l'ampio spazio della Pescaria Vecia, con le autorità e i relatori del convegno al tavolo, il biologo marino Aurelio Zentilin alla consolle, pardon al videoproiettore e sul fondo i tavoli dello show cooking. Dove si sono gustate le seppioline in umido con polenta della Farmacia dei Sani di Lignano, il bisato in speo del ristorante Ai tre Canai di Marano, il boreto de Al Casone golf club di Grado e l'innovativo coniglio da passeggio preparato da Cristian Nardulli della Federazione Cuochi FVG, una polpetta in scartozeto da far diventare un nuovo street food. Il tutto accompagnato dai vini bortolusso, Ca'Bolani e Zaglia.

Molti gli spunti degni di nota e meritevoli di approfondimento. All'insegna di una considerazione finale: impariamo a conoscere il nostro territorio! E ad amarlo, per promuoverlo!

Il premio è andato al giornalista Luciano Barile, corrispondente del sole 24 ore in Germania. Riconoscimento anche a chi scrive. Con una motivazione ricca di significato che per modestia non citiamo!

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.