fbpx
cibo, vino e quantobasta per essere felici

La pecora carsolina regina dell’altopiano

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Pecora carsolina ph. Fulvio E. BulloPecora carsolina ph. Fulvio E. BulloLa pecora carsolina, regina dell’altopiano. È la landa carsica l’habitat semi naturale composto da prati aridi e semiaridi sul terreno calcareo che viene allevata la pecora carsolina. Si tratta di uno di quei casi in cui la mano dell’uomo, l’allevamento e l’ambiente naturale hanno per secoli generato un equilibrio invidiabile: il pascolo ha infatti plasmato la vegetazione, stimolato lo sviluppo di specie endemiche capaci di sopravvivere in condizioni di aridità e reso fertile una terra dalle numerose rocce affioranti e povera di acqua negli strati superficiali.

La pecora carsolina è una razza rustica, perfettamente adattata al territorio del Carso. 

 

 

Un habitat che oggi rischia però di scomparire, di venire assorbito dalla boscaglia, a causa dell’abbandono quasi totale della pastorizia e delle pratiche agricole tradizionali. Un dato può aiutare a inquadrare la situazione: se nel 1961 i capi di pecora carsolina erano circa diecimila, vent’anni più tardi erano appena 250. Oggi se ne contano 2800, sommando gli esemplari presenti sul suolo italiano (500 circa) e quelli in Slovenia e Croazia.

Clicca sul banner per acquistare la tua copia! Clicca sul banner per acquistare la tua copia!

«In questi decenni, complice il fatto che la produzione di latte è molto ridotta, che i terreni sono piccoli e che i prezzi corrisposti per la carne sono stati ridicolmente bassi, gli allevatori hanno cominciato ad abbandonare gli ovini optando per i bovini» spiega Aleš Pernarčič, tra gli autori del disciplinare di produzione del Presidio della pecora carsolina. «Ma si tratta di animali inadatti a quei territori, così l’allevamento al pascolo è stato soppiantato da quello in stalla» con tutto ciò che questo comporta a livello di benessere animale, di qualità delle produzioni e di tutela e cura del paesaggio.

Oggi le aziende che hanno la pecora carsolina iscritta all’anagrafe animale sono soltanto tre: l’obiettivo, grazie anche alla nascita del Presidio, è di coinvolgere altri produttori.

La razza carsolina assicura latte da cui si ottengono ottimi pecorini e una ricotta squisita, oltre a carni e salumi particolarmente apprezzati.

Copyright © 2009-2022 QUBI' Editore
Riproduzione riservata