Skip to main content

Il me al è plui bon, concorso di salami nostrani

Il me al è el plui bon, (il mio è più buono) ovviamente ci riferiamo al salame. Una gara golosa che si svolgerà alla trattoria Da Vico di Caporiacco (UD). Per la ricerca DEL MIGLIOR SALAME NOSTRANO 2015 c'è un preciso regolamento.


Art. 1    Alla gara possono partecipare esclusivamente salami prodotti con carni suine macellate e lavorate nel  nostro territorio FVG.
Art. 2    I salami dovranno essere consegnati dalle 9.00 alle12.00 di Venerdì 24 Aprile, presso la Trattoria “da Vico” di Caporiacco, alla persona incaricata che provvederà ad applicare i contrassegni e predisporre le apposite schede operative. Detta persona non farà parte in alcun modo della giuria.
Art. 3    La giuria sarà composta da persone qualificate, non partecipanti alla gara, e sarà divisa in diversi gruppi in funzione del numero dei partecipanti, in modo da non superare il numero massimo di cinque salami da esaminare per gruppo. Ogni gruppo sarà composto da un capo coadiuvato da tre assaggiatori con il compito di effettuare la prima selezione. I vincitori di ogni gruppo saranno a loro volta giudicati dai capi gruppo riuniti in giuria speciale che stilerà la graduatoria finale.
Art. 4    Il punteggio, da 10 a 50, sarà assegnato per le seguenti caratteristiche:

PRESENZA ESTERNA: l’aspetto esterno comprende tutto ciò che visivamente al tatto e all’odorato, si riferisce all’identificazione del prodotto, alla confezione, al grado di stagionatura, allo stato di conservazione. La spellatura dovrà risultare facile senza aderenze. Non si debbono riscontrare tracce di irrancidimento.
ASPETTO INTERNO: al taglio, effettuato dal capo giuria a metà salame, si osserverà il colore, rosato tipico per le carni e bianco chiaro per i grassi. La composizione dell’impasto dovrà risultare una mescola omogenea tra le parti magre e grasse, di grana non eccessivamente fina o grossa, ben amalgamata.
PROFUMO: caratteristico, gradevole, senza odori aciduli di rancidi o fumo.
SAPORE: non si debbono notare sapori allappanti, l’eccessiva ed evidente salinità, la presenza di conservanti. I sapori delle carni, degli aromi e del sale dovranno risultare uniformemente distribuiti.
ESAME STEREOGNOSTICO: assenza di tendini e parti filamentose che disturbano la masticazione e la degustazione; da tenere conto inoltre della morbidezza dell’impasto.
Art. 5    Una preselezione del salame verrà effettuata da una persona qualificata mediante il taglio dello stesso.

Info: Trattoria “Da Vico” Tel. 0432/889011

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy