• Home
  • Cibo
  • Friuli Future Forum alla Triennale

Friuli Future Forum alla Triennale

Il futuro fatto a mano è questo il nome dell’evento di Friuli Future Forum alla Triennale di Milano: Dal 7 al 17 giugno, nella Curva B del Museo di via Alemagna, il progetto di promozione della Camera di Commercio di Udine racconta il Friuli, quello delle eccellenze della sua produzione e della sua economia, quello che cerca, plasma, disegna, costruisce il suo futuro.

Il futuro? Quello del Friuli è “fatto a mano”. Inventato, disegnato, plasmato, fabbricato dal movimento quotidiano e tenace delle mani dei friulani, imprenditori, lavoratori, studenti, ricercatori, sportivi, creativi, pensatori… È così che Friuli Future Forum, progetto di promozione e comunicazione in divenire della Camera di Commercio di Udine, spalanca le porte, anche con il supporto della Fondazione Crup, su un percorso più ampio e su un palcoscenico originale e prestigioso, grazie a un evento che per 10 giorni, dal 7 al 17 giugno, animerà la Curva B del Museo della Triennale.
L’obiettivo, in realtà, è quello di ospitare la Triennale nel Friuli Future Forum e non viceversa, invitando le persone ad entrare – Enter è infatti la parola-chiave, l’invito a fare parte –, ad ascoltare, dialogare, imparare ed esporre, «a partecipare a questa riflessione sul futuro che abbiamo voluto mettere in moto a Udine dalla fine 2010 – spiega il presidente Cciaa Giovanni Da Pozzo – in uno dei momenti economici più complessi della storia. Un momento che dura tuttora, con contorni profondamente incerti, e che proprio per la sua complessità ha più bisogno di spazi e tempi di valutazione, progettazione e ri-creazione, per far ripartire una crescita nuova, una rinascita».

L’allestimento, pensato per la Triennale da Lorenzo De Rita, ispiratore e ideatore dell’itinerario Friuli Future Forum, prevede la ricostruzione negli spazi milanesi di una delle “stanze”, ossia dei luoghi di dialogo del Forum stesso, disegnate dall’architetto olandese Anne Holtrop. I segni, finora visibili e percorribili solo sui progetti e sul sito web www. friulifutureforum.com prenderanno corpo, grazie a una ricostruzione fisica d’ impatto. L’ingresso alla Curva B prevede il pagamento di una “tassa” di ingresso. Ma si tratta di una “tassa” speciale: il pagamento non è in denaro, ma in idee. Quindi, chi vorrà premere il tasto “Enter” per prendere parte a questa Triennale friulana, dovrà farlo attivamente, pensando, scrivendo e consegnando all’entrata la sua idea di futuro fatto a mano. La stessa cosa accadrà nel sito internet, che si evolverà e sarà online in veste rinnovata proprio in occasione della Triennale, con nuove forme e nuovi spazi tematici (“stanze”), aggiungendo all’agroalimentare altri argomenti di riflessione, che richiamano settori rappresentativi dell’economia: dunque, oltre alla già nota Food and Drink room e alla stanza in cui si racconterà l’evento in Triennale, ci saranno Design Room, Sustainability Room, Machinery Room e Guest Room, aperte ad ulteriori prossime implementazioni.

Si dà così seguito alla proposta di lanciare il meglio del Friuli che c’è e ci sarà in questo contesto singolare, idea lanciata da Davide Rampello (e subito condivisa dalla Cciaa) che lo scorso anno è stato tra i cinque relatori d’eccezione a Ciboduemilaventi, il primo evento organizzato da Friuli Future Forum e dedicato al futuro dell’agroalimentare, tema che il progetto ha voluto affrontare per cominciare la sua strada. Che ora, con il 2012, si apre come detto ad altre prospettive, per cercare vie nuove, itinerari insoliti e strade non ancora battute, dove poter, si spera, proporre nuove soluzioni e stimoli alla crescita futura di tutto il sistema. «Alla Triennale sarà un po’ come entrare nel nostro territorio – aggiunge Da Pozzo –, ma nella dimensione proposta da Friuli Future Forum che, da una promozione più statica, tipica degli anni ’90, vuole passare a una promozione più dinamica e internazionalizzata, com’è diventata la nostra economia. E vuole provare a immaginare il futuro assieme ai suoi cittadini e al suo mondo produttivo, attività ora imprescindibile se vogliamo muoverci, darci una scossa, guardare avanti e costruire, fabbricare davvero qualcosa di utile e positivo per ciò che saranno domani la nostra terra, il lavoro, l’impresa, la società».

L’appuntamento della Triennale, «anche “anticamera” per un possibile aggancio con le iniziative dell’Expo 2015, rappresenta il lancio vero e proprio del progetto», ha precisato Da Pozzo. Il programma si articolerà in fasce orarie per le giornate espositive (7-17 giugno compresi, ad esclusione dell’11), alternando i diversi temi sotto la lente di Friuli Future Forum. Dal 7 al 9 giugno, nelle mattinate, continuerà la costruzione dello stand, con l’assistenza diretta dei visitatori in persona, perché, così come Friuli Future Forum, questo suo allestimento sarà in progress, in costante evoluzione. Ci saranno momenti di presentazione dei migliori prodotti agroalimentari con presenza di rinomati chef friulani e arriverà il momento dedicato all’imparare. Ci saranno infatti le lectio magistralis, con il coinvolgimento di rappresentanti friulani dell’imprenditoria d’eccellenza e, a complemento, prenderanno vita le lectio artigianalis, dove dall’imparare si passerà al fare e interverranno inventori e produttori friulani, per dialogare e rappresentare ciò che si crea e ciò che di nuovo nasce in Friuli.

All’interno dell’allestimento ci sarà anche un videowall, su cui scorreranno le immagini di tante webcam puntate su alcune delle aziende friulane, e più precisamente sulle mani di imprenditori e lavoratori, per guardare, praticamente in diretta, come in Friuli si sta fabbricando il futuro. Altre mani protagoniste saranno quelle dei visitatori, che potranno essere “impresse”, digitalizzate e stampate, per lasciare il segno – un po’ come accade a Hollywood, ai piedi del Teatro Cinese… – del proprio passaggio in questo Friuli in trasferta, in termini di spazio e tempo.

Tutto sarà raccontato sul sito www.friulifutureforum.com, rinnovato per l’occasione e pronto a socializzare questa preziosa trasferta milanese.

 

Museo della Triennale, Viale Alemagna 6, 2012 Milano 7-17 GIUGNO 2012

Orari - 7 e 14 giugno: 10.30/23:00; 8-9-10, 12-13, 15-17 giugno: 10.30/20.30; 11 giugno: chiuso

Per l'aggiornamento del programma e degli orari e per seguire l’avventura milanese di Friuli Future Forum, visitare il sito www.friulifutureforum.com

Uno sguardo al sito www.friulifutureforum.com

Un sito internet rinnovato, per un percorso che si rinnova. il sito evolve nella sua pelle così come il progetto che racconta. Non c’era miglior occasione della Triennale di Milano per lanciare l’abito nuovo del sito di Friuli Future Forum, progetto che, dopo un primo anno concentrato sulla riflessione relativa al futuro dell’agroalimentare, si apre ora, come da “scaletta”, agli altri temi, ben evidenziati in home page. L’obiettivo del Forum è infatti la progressiva costruzione di “stanze”, luoghi che il progetto popolerà con le sue iniziative e il coinvolgimento di chi vi parteciperà, e costruiti a partire dal segno delle risorse naturali del Friuli. Le stanze rimandano all’astrazione di particolari geografici reale della regione – un fiume, la laguna, un lago – e in ciascuna si svilupperanno temi specifici, con l'obiettivo di arrivare, in progressione, a un quadro globale sull'economia e la società friulane, quelle che ci sono e che ci vorranno essere.  Se il modo migliore per conoscerlo è andare a visitarlo, possiamo dare qui qualche anticipazione. Fortemente basato sulla socialità e in particolare su Facebook – le “stanze”, per esempio, rimandano ad altrettante pagine del più diffuso social network –, racconterà le evoluzioni del progetto scandaglierà le proposte più innovative che, settore per settore, animano le discussioni degli utenti della rete, mentre una “vedetta”, a cadenza periodica, tirerà le fila, tracciando la linea del futuro, utile per aziende e cittadini per nuovi approcci all’economia e alla società. Anche il sito richiede un internauta attivo, fin dall’ingresso. Anche qui, come in Triennale, un’idea da staccare dal proprio carnet prima di premere Enter, prima di accedere alla home page e alle varie sezioni e partecipare attivamente alla costruzione del futuro.

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
Privacy Policy

Altre notizie

Baglio Oneto di Marsala In vacanza nei luoghi de I Leoni di Sicilia Un racconto che emoziona, e che narra, prendendo spunto da vicende personali e realmente accadute, la Storia della Sicilia e...

Vai all'articolo