cibo, vino e quantobasta per essere felici

Valorizzazione filiera suinicola AQuA

0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

La valorizzazione della filiera suinicola nella Regione Friuli Venezia Giulia

Progetto speciale ai sensi dell’art. 4 della legge 23 dicembre 1999, n. 499

 L’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale - ERSA, con delibera della Giunta Regionale, provvedimento 1111 dd. del 17 giugno 2008, viene incaricata dell’attuazione di iniziative di valorizzazione della filiera suinicola nella Regione Friuli Venezia Giulia. Secondo quanto riportato in delibera, le azioni affidate ad ERSA,

devono essere realizzate d’intesa con la Direzione centrale Risorse rurali, agroalimentari e forestali e in collaborazione con le Università degli Studi della regione, l’Associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia, il Consorzio Prosciutto di San Daniele DOP, l’Istituto Nord Est Qualità (INEQ) ed eventualmente con altri soggetti pubblici o privati, e si distinguono in attività di ricerca e studio e attività di promozione.

Quanto testualmente riportato corrisponde, in sintesi, a quello per cui ERSA e gli enti ed istituzioni citati hanno lavorato negli ultimi tre anni (due di progetto più uno di proroga).

 L’attività di studio e ricerca si è concentrata sulla promozione dell’immagine dell’allevamento suinicolo regionale con l’intento di contribuire ad aumentare la percezione di una zootecnia sostenibile e sensibile alle tematiche ambientali, consentendone l’espansione in regione. Ciò si è attuato attraverso indagini volte a: l’identificazione di aree vocate e meno vulnerabili per l’allevamento suino e realizzazione di una mappa territoriale che indichi i siti di possibile insediamento di nuove aziende suinicole individuati sulla base della capacità dei suoli di contrastare la lisciviazione degli elementi chimici derivanti dalla presenza delle strutture di allevamento;

conduzione di un’analisi economica e territoriale volta a fornire un dettagliato quadro sulla situazione dei macelli operanti in regione e, sulla base delle caratteristiche degli allevamenti, delle necessità di potenziamento e miglioramento delle strutture esistenti; miglioramento del benessere degli animali allevati; promozione dell’allevamento semibrado posto a confronto con quello confinato in porcilaia, testato su due razze rustiche: Cinta senese e Mora romagnola e una commerciale, l’ibrido Goland C21.

 L’attività di promozione si è articolata nella promozione della certificazione delle carni suine con il marchio AQUA e divulgazione delle relative caratteristiche qualitative e le prerogative della sicurezza alimentare. A tal fine è stata avviata una collaborazione con l’Istituto Nord Est Qualità per il monitoraggio dei parametri qualitativi delle cosce suine destinate alla produzione del Prosciutto San Daniele DOP dall’ingresso in prosciuttificio fino alla fine della stagionatura; 

nella valorizzazione, attraverso la partecipazione e realizzazione di eventi, fiere, convegni e manifestazioni, anche con azioni dirette presso la distribuzione ed il consumatore finale, la conoscenza delle caratteristiche delle produzioni suine certificate AQuA; nell’avvio di una campagna stampa sui principali quotidiani e riviste regionali per la promozione della carne suina regionale certificata AQuA; nell’informazione,  presso i circuiti della distribuzione organizzata ed il consumatore finale, riguardanti le specificità delle carni suine certificate AQuA.

 Le azioni di promozione svolte nell’ambito del progetto sono state:

-          22 novembre 2008, partecipazione alla manifestazione “Purcit in stajare” di Artegna con la relazione “Allevamento semibrado del suino in un’azienda agricola multifunzionale: una proposta per le aree marginali” al Convegno “Salame del Gemonese: Denominazione di origine (De. Co.) e disciplinare di produzione - Strumenti operativi a disposizione dei produttori”;

-          aprile - maggio 2009, organizzazione di 8 incontri di presentazione dei risultati della prova di allevamento e di assaggio dei prodotti trasformati attivata nell’ambito delle azioni volte alla promozione dell’Allevamento semibrado.

-          17-20 settembre 2009, partecipazione alla manifestazione “Friuli DOC” con uno stand dedicato al marchio AQuA;

-          29 ottobre 2009, partecipazione al Convegno “Qualità e sicurezza nella filiera del prosciutto” con la relazione “L’allevamento semibrado del suino nelle aree marginali del Friuli Venezia Giulia”;

-          22 novembre 2009, partecipazione alla manifestazione “Purcit in stajare” di Artegna con la relazione “Allevamento semibrado del suino nell’azienda multifunzionale” al Convegno “Salame del Gemonese una risorsa per sviluppo del territorio”;

-          gennaio 2010, partecipazione alla manifestazione fieristica di “Agriest” con uno stand dedicato al marchio AQuA;

-          4-5 aprile 2010, organizzazione dell’evento “Scampagnata nel gusto” (4-5 aprile 2010) per la promozione della carne suina regionale e, in particolare, della carne certificata AQuA.

-          16-19 giugno 2010, partecipazione alla manifestazione “Aria di Festa” con uno stand dedicato al marchio AQuA;

-          16-19 settembre 2010, partecipazione alla manifestazione “Friuli DOC” con uno stand dedicato al marchio AQuA;

-          6-10 ottobre partecipazione alla manifestazione “Barcolana” con uno stand dedicato al marchio AQuA. (fonte ERSA)

 

 

 


Copyright © 2009-2020 QUBI' Editore
Riproduzione riservata

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.

Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.